Il mondo è tutto ciò che accade


Silvia Camporesi

SILVIA CAMPORESI
IL MONDO È TUTTO CIÒ CHE ACCADE
Presentazione del libro con l’autrice, venerdì 1 marzo 2019, ore 18.30.
Spazio Labo’ è felice di presentare il libro Il mondo è tutto ciò che accade – 18 anni di immagini di Silvia Camporesi” (Danilo Montanari Editore, 2018). Un graditissimo ritorno, quello di Silvia a Spazio Labo’, reso ancora più significativo dall’importanza che questo testo ha all’interno della produzione di un’autrice di grande rilevanza nel panorama fotografico nazionale. Durante l’incontro di presentazione Silvia Camporesi dialogherà con Carlo Sala, critico e curatore. In occasione dell’evento sarà possibile acquistare il libro a prezzo scontato e firmato dall’autrice.

Il mondo è tutto ciò che accade è diviso per sezioni tematiche, introdotte da una scheda, curata dalla stessa Silvia, che ne contestualizza il lavoro. Il volume contiene anche un testo di Claudia Casali, direttrice del MIC di Faenza, che riporta una conversazione tra l’artista e Carlo Sala.
Dopo diciotto intensi anni di lavoro, Silvia Camporesi ritorna alla sua antica passione, la filosofia, scegliendo un titolo emblematico per questa antologia che racconta il suo viaggio artistico. Questo volume si sviluppa per cicli e mostra come il lavoro di Silvia si sia orientato in questi anni in due macro aree di interesse: la prima legata a un percorso introspettivo, personale e intimo; la seconda di narrazione di storie e accadimenti. Il lavoro di Camporesi va infatti oltre il semplice ricercato dato visivo di primaria lettura e stimola il nostro inconscio e la nostra memoria silente.
“Quello che riceviamo da Silvia Camporesi è un dono, quello di saper trasmettere attraverso i suoi scatti i differenti stati dell’immagine: strumento di conoscenza e verità, epifania e rivelazione, ma anche narrazione, viaggio, racconto, impressione” scrive Claudia Casali, a indicare come la fotografia sia per l’autrice un mezzo di racconto dove si intersecano vita, quotidianità, storia, atmosfere, stati d’animo, apparenze, architetture e spazi.

→ Leggi Tutto

Larry Fink: Now!


Larry Fink

Larry Fink: Now! è il titolo del progetto che Spazio Labo’, in collaborazione con l’Artiere e con media partner Grafiche dell’Artiere e Fina Estampa, ha deciso di produrre, curare e ospitare all’interno della galleria di Strada Maggiore 29.
Larry Fink torna a Bologna  per lavorare a un progetto work in progress e, proprio in questa occasione, fa di Spazio Labo’ il suo laboratorio personale, una residenza artistica che unisce una mostra inedita dedicata alle Women’s March viste da Fink e la possibilità di vederlo all’opera, con immagini nuove scattate durante il soggiorno bolognese. Fink ha seguito le marce delle donne a Washington nel 2017 e a New York nel 2018 con la curiosità che caratterizza ogni sua immagine. Quello che vediamo non è la cronaca di uno dei fenomeni di protesta più significativi degli ultimi anni, è “la versione di Larry”, la messa in pratica dell’arte dell’improvvisazione visiva, un tentativo di comprendere l’altro e di esprimerlo nei confini di una fotografia. Una buona pratica che Larry Fink applica in ogni circostanza ma che qui risulta ancora più coerente proprio per le motivazioni che hanno dato origine alle marce, un desiderio di riconoscimento e di uguaglianza, la volontà di essere viste.

Inaugurazione giovedì 10 maggio ore 19. Fino al 22 giugno.

→ Leggi Tutto

Image par Images


image-par-images-300x249@2x

Il Centro di Fotografia Spazio Labo’ ospita la seconda mostra della serie Prove di Fotografia, Image par Images, che ha come protagonista la successione di immagini in libri, film e opere d’arte. L’esposizione, a cura di Jan van der Donk e aperta fino al 24 febbraio, è la seconda di una serie di mostre del progetto Prove di Fotografia, che ha lo scopo di individuare tematiche ricorrenti nel libro d’artista classico e contemporaneo. Organizzata nell’ambito di ART CITY Bologna in occasione di ARTE FIERA, è dedicata alla sequenza fotografica, a come essa si applichi nel libro d’artista, nel film sperimentale e nell’opera d’arte concettuale. I libri, le immagini e le proiezioni presenti nell’esposizione rivelano come la sequenza fotografica compaia in opere d’autori come John Baldessari, Larry Bell, Marcel Broodthaers, Hollis Frampton, Ad Gerritsen, Jochen Gerz, Gilbert & George, Standish Lawder, Sol Lewitt, Pii, Michael Snow.

→ Leggi Tutto

Io Mario e Dondero


15400988_1292136410827553_3136847474463972327_n

“IO, MARIO E DONDERO”. Maurizio Garofalo ricorda Mario Dondero a un anno dalla scomparsa.

Sabato 17 dicembre 2016
ore 18:30
Strada Maggiore 29, Bologna

Mario Dondero è stato una figura unica nel panorama del giornalismo e del fotogiornalismo: l’uomo e il reporter erano inscindibili, per il carico di umanità che portava con sè, ovunque andasse, assieme alle sue vecchie macchine fotografiche.
Per lui la fotografia non era il fine, era il tramite: il mezzo che gli consentiva di ascoltare (e fermare nelle sue immagini) milioni di storie e conoscere le persone che incontrava.

→ Leggi Tutto

Italia O Italia a Bologna


12718357_1025143020860228_2014077788757681977_n

Venerdì 19 febbraio 2016, alle ore 19, inaugura presso Spazio Labo’ la mostra personale di Federico Clavarino “Italia O Italia”. L’autore sarà presente all’inaugurazione e discuterà col pubblico dell’omonimo libro, edito da Akina Books.
Successivamente, sabato 20 e domenica 21 febbraio, Federico Clavarino terrà presso la stessa sede il workshop “La passeggiata”.

→ Leggi Tutto

Tommaso Tanini a Spazio Labo’


Tanini-Web

Allo Spazio Labo’, nella nuova sede espositiva in Strada Maggiore 29, Bologna, “H. said he loved us” di Tommaso Tanini, a cura di Discipula. La mostra è tratta dall’omonimo libro, vincitore tra gli altri del prestigioso Author Book Award 2015 dei Les Recontres d’Arles e già sold out a solo un anno dalla sua pubblicazione. La mostra rimarrà aperta al pubblico, con ingresso libero, sino all’11 dicembre 2015.

→ Leggi Tutto