Human Nature di Federica Rugnone


Human Nature, mostra personale di Federica Rugnone, a cura di Erica Romano e Silvia Bellotti.

Opening 12 ottobre | ore 18.30

Studio 38 Contemporary Art Gallery
Corso Giovanni Amendola, 38e, Pistoia
Fino al 9 novembre
dal martedì al sabato, dalle 16.00 alle 19.30

Evento incluso nella VI edizione del PAF – Performance Art Festival.

Partendo da una riflessione sul soggetto come entità trasversale, l’artista indaga il rapporto tra uomo e natura nella cultura contemporanea, richiamando alla necessità di contrastare il dualismo dialettico tra umano e non umano, per ritornare ad una dimensione primordiale e carnale che accomuna tutti gli esseri viventi.
Nelle sovrapposizioni fotografiche di Federica Rugnone, l’uomo è abitato ed abitante, risultante indefinibile di un processo metamorfico, interattivo, che coinvolge una coralità di elementi e che vive di scambi e trasformazioni di materia. In questo processo di ibridazione, natura e corpo si fondono e si confondono e l’epidermide non è più confine che divide ma trama che accoglie, lasciando trasparire la vita del cosmo.

→ Leggi Tutto

Sulle tracce dei ghiacciai


Dal 15 settembre 2019 al 17 febbraio 2020 il Museo Civico di Bassano del Grappa ospita la mostra fotografica “Sulle tracce dei ghiacciai”, il grande progetto realizzato dal fotografo Fabiano Ventura per documentare gli effetti dei cambiamenti climatici sui ghiacciai più importanti della Terra. L’esposizione ripercorre le cinque spedizioni del progetto in Karakorum, Caucaso, Alaska, Ande e Himalaya, con un allestimento che offre un confronto diretto tra fotografie storiche e moderne. Ne emerge un senso di urgenza per la salvaguardia dei ghiacciai, sensibili indicatori della salute del nostro pianeta.

Una mostra di rilevanza internazionale, al contempo legata alla tradizionale rassegna biennale di Bassano Fotografia Sconfinamenti (14 settembre — 3 novembre 2019) – festival organizzato da Pro Bassano in collaborazione con il Comune di Bassano del Grappa, giunto quest’anno alla sua sesta edizione  – che si pone l’obiettivo di informare e sensibilizzare il visitatore verso una tematica quanto mai importante e delicata per la nostra contemporaneità.

→ Leggi Tutto

REMIS


Doppia personale, un vero intreccio dei lavori fotografici e multimediali di Bärbel Reinhard e Marco Signorini che confonde la nostra percezione. Alla SACI Gallery per la prima volta i due artisti con-frontano i loro lavori, rivisitandoli in modo da adeguarsi allo spazio e l’uno all’altro. I due fotografi qui collaborano per animare e trasformare la loro mostra in un percorso multisensoriale e multime-diale. Una mostra a quattro mani, dove i lavori dei due artisti si sovrappongono, confondono e sono complementari, pur rimanendo sempre distinguibili per la gran parte dei visitatori. […]

REMIS
by Bärbel Reinhard | Marco Signorini

OPENING: THURSDAY, SEPTEMBER 12 at 6 pm
SACI Gallery
Via Sant’Antonino 11, Florence
On view September 12 – October 19, 2019
Special hours on the Giornata del Contemporaneo: Saturday, October 12, 12am-6pm.

→ Leggi Tutto

OPEN CALL – Tempi Complessi


La fotografia come veicolo d’integrazione dei linguaggi.

 

Sei un artista emergente under 35 e vuoi realizzare un progetto multimediale su temi sociali d’attualità in Toscana? Partecipa alla Open Call! 

Attraverso lo sguardo privilegiato dei giovani autori la Fondazione Studio Marangoni produrrà un progetto espositivo con opere inedite sulle tematiche del confronto tra culture, delle differenze sociali e delle questioni di genere. Gli artisti selezionati svilupperanno un progetto ad hoc sul territorio toscano con speciale riguardo all’integrazione del medium fotografia con altri linguaggi espressivi. Avranno l’occasione di presentare il loro percorso creativo e le opere sia in open classes che in una mostra con installazioni site specific presso Pac Le Murate.

 

Il Progetto

In un momento storico dove separazione esclusione ed emarginazione sono diventati triste bandiera,  l’arte si riappropria, attraverso la natura multimediale sia del digitale che delle pratiche analogiche, di un ruolo fondamentale come contenitore propositivo e inclusivo, come luogo d’incontro e creazione di nuovi linguaggi, a valorizzare la libertà creativa che prende spunto da una società aperta con tante sfaccettature culturali e la fusione tra influenze storiche ed idee contemporanee.  La combinazione e la contaminazione tra mezzi espressivi moderni digitali e tecniche tradizionali come la stampa in camera oscura o il collage analogico, daranno luogo all’esperienza di una manualità creativa, capace a creare pezzi unici, oltre il video, il disegno, la pittura, la scrittura e lasciare testimonianze individuali con confini fluidi tra i vari mezzi d’espressione contemporanee.  

Come partecipare:

 è possibile partecipare come autori singoli (nati dal 01/01/1984) oppure in collettivo.  Il progetto deve essere sviluppato in Toscana

da mandare entro il 31 luglio 2019 a opencall2019@studiomarangoni.it

  • descrizione del progetto da sviluppare (max. 1000 caratteri)
  • portfolio (max 20 immagini in un PDF max 10MB)  possibilmente con esempi multimediale e installation view
  • una breve bio (max. 1000 caratteri)

 

 

→ Leggi Tutto

Open Day Corso Triennale di Fotografia e New Media


OPEN DAY Corso Triennale di Fotografia e New Media: mercoledì 26 giugno 2019.

Il nuovo Corso Triennale di Fotografia punta a formare Creativi Multimediali portando ad acquisire competenze professionali in fotografia, in videomaking  e multimedia, attraverso un percorso personalizzato.

Vieni a visitare la scuola e approfitta dello sconto del 30% sulla tassa di iscrizione fino al 31 di luglio!

→ Leggi Tutto

Sacro & Profano srl


“La ricerca di Enzo Giannone ci ricorda che lo sguardo fotografico consapevole vive attraverso un continuo ritornare, riconoscere e rivisitare, oltre che un notare, cogliere e intuire. Ed è grazie a questo suo modo di operare che è riuscito a mantenere intatta la freschezza di questi ‘altarini’, che rimangono misteriosi ma evidenti, ingenui ma sapienti, assurdi ma ordinati. Le inquadrature dell’autore rispecchiano fedelmente la sintesi tra l’ossessione contemporanea per l’immagine e la tendenza antica a creare un legame intimo con ciò che per ognuno è sacro.”
Barbara Cucinotta e Andrea Iran

Si inaugura venerdì 10 maggio, alle ore 19:30, nel Complesso Monumentale di Santa Maria del Gesù, Sacro & Profano srl mostra personale di Enzo Giannone. All’interno del suggestivo Chiostro di Santa Maria del Gesù avrà luogo l’incontro di presentazione e introduzione alla mostra con Maria Monisteri Caschetto (Assessore alla Cultura, Sport, Turismo e Spettacolo, rapporti con associazioni Religiose e Laiche), Francesco Lucifora (Direttore del Complesso Monumentale di Santa Maria del Gesù, Curatore indipendente) e Don Ignazio La China (Docente di ecumenismo, Storico della pietà popolare locale).

→ Leggi Tutto

Postfotografia – L’immagine smaterializzata


Fluidità, circolazione vertiginosa, assenza di materia caratterizzano le immagini post-fotografiche, non più strumento per immortalare ricordi familiari e fatti storici, ma elementi di un linguaggio naturale, volto a esprimere messaggi, divertirci, autoaffermarci. La sensazione di perdita dei valori magici e totemici dell’immagine spinge molti artisti verso un’archeologia della fotografia, un inventario dei suoi resti, un’esaltazione melanconica delle sue rovine.
L’artista catalano Joan Fontcuberta terrà una Lectio Magistralis dal titolo “Postfotografia – L’immagine smaterializzata”.
Venerdì 26 aprile 2019 ore 18
Auditorium MACRO ASILO
via Nizza, 138 – 00198 Roma

→ Leggi Tutto

Vincenzo Castella. Milano


Vincenzo Castella

Vincenzo Castella ritrae il mondo non come somma di forme, linguaggi e oggetti ma come correlazione di spazi privati e collettivi della nostra società“. Frank Boehm

Fino al 27 aprile 2019, BUILDING presenta Milano, mostra personale di Vincenzo Castella, a cura di Frank Boehm.
La mostra – che si compone di trenta opera di medio e grande formato, oltre cento immagini inedite del lavoro sulla costruzione dello stadio di San Siro e tre proiezioni video – vuole essere un’antologia inedita sul lavoro svolto da Vincenzo Castella a Milano.
Artista riconosciuto a livello internazionale, la produzione di Castella si colloca principalmente nell’ambito della fotografia di paesaggio, inteso come contesto costruito dall’uomo e ambiente scenico proprio delle città. Il titolo della mostra è significativo, chiara intenzione di un tributo alla città protagonista dell’esposizione e filo conduttore di una produzione che compare nella ricerca di Vincenzo Castella già dalla fine degli anni ottanta. Milano è per l’artista città d’adozione, attuale residenza, il luogo dove la ricerca sulla città ha il suo inizio.

→ Leggi Tutto