LAO in collaborazione con FSM


In occasione dell’ annuale mostra di fine anno della scuola LAO – Le Arti Orafe, saranno presentate le immagini fotografiche frutto della collaborazione tra gli studenti del secondo anno del Corso Triennale di Fotografia e gli studenti delle classi di oreficeria di LAO.
Da molti anni FSM si impegna nella realizzazione di collaborazioni con scuole ed enti pubblici per garantire ai propri studenti esperienze pratiche sul campo. Ne scaturiscono produzioni di grande qualità. L’inaugurazione sarà domani, giovedì 28 giugno, dalle ore 19.00, Via dei Serragli, Firenze.

→ Leggi Tutto

Mostra degli studenti del I° e II° anno del Corso Triennale


In occasione della fine dell’anno scolastico, gli studenti del I° e II° anno del Corso Triennale di Fotografia esporranno presso gli spazi della fsmgallery uno dei lavori prodotti durante le intense ore di lavoro passate a studiare, ricercare ma, sopra ogni altra cosa, a osservare e scattare fotografie. Annate ricche di sorprese e qualità, che sfoceranno in una mostra collettiva di giovani promesse del mondo della fotografia.
Vi aspettiamo venerdì 22 giugno alle ore 18.00 presso la FSM Gallery – Via San Zanobi 19r, Firenze.

→ Leggi Tutto

Shared Environment


Alisa Martynova

Mercoledì 13 giugno, dalle ore 18.30, si terrà presso il Leica Store di Firenze un nuovo evento Leica Story, di cui sarà ospite  Alisa Martynova, fotografa russa innamorata della fotografia analogica, e amante della visione personale e introspettiva.
Alisa si trasferisce in Italia nel 2015 per inseguire il suo sogno di diventare un’artista internazionale. Vive a Firenze dove lavora e frequenta il Corso Triennale di Fotografia presso la Fondazione Studio Marangoni.
Il progetto di cui parleremo è il risultato del suo ultimo viaggio in Bulgaria, Sofia e dei suoi dintorni. La contraddittoria sensazione di un paese ricco di storia, di un territorio antico, di spazi vasti e liberi, in contrasto con la vita moderna della capitale. La visione di una città inglobata dalla foresta, dove l’espressione della natura prevale governando sull’uomo.
Grazie alle immagini della fotografa sapremo orientarci nella tormenta, riuscendo così ad osservare l’anima di mondo la cui comprensione necessita di contemplazione ed immedesimazione.
→ Leggi Tutto

Luce in scatola


Luce In scatola è il proseguire di un progetto che Lucia Baldini ha fatto nascere nel 2010 attraverso un’installazione dal nome “Spacetime Extensions”. E’ un percorso visivo e fotografico che si sviluppa attraverso la conversione di immagini in supporti tridimensionali; pertanto la fotografia perde la sua bidimensionalità per diventare tridimensionale. Questo progetto si è sviluppato attraverso video installazioni, “scatole specchio”, scatole “guide per perdersi”, alfabetieri, libri d’artista e sandwich di vetro.
In questo caso lo studio di “luce in scatola” nasce da immagini realizzate utilizzando uno smartphone, che in qualche modo è già una prima “luce in scatola” in quanto l’immagine viene visualizzata attraverso un monitor retro illuminato per poi essere mostrata attraverso una nuova scatola retroilluminata: un lightbox. L’immagine resta bidimensionale ma è attraversata da una luce che può variare d’intensità e di conseguenza può dare la possibilità di leggere a pieno o parzialmente il soggetto rappresentato. 
In questa sezione di “luce in scatola” ospitata dal coworking a marchio Multiverso di Via del Porcellana 59 rosso a Firenze, Lucia Baldini gioca su una stessa linea narrativa che si snoda su tre elementi: il numero 2, soggetti ravvicinati ma isolati dal proprio contesto e l’intreccio. 

Vernissage 14 giugno ore 18.30 presso JoinT Studio – Spazio di Coworking Multiverso, Firenze.
→ Leggi Tutto

Accademia di Michele Buda alla FSM


Venerdì 25 maggio alle ore 18, presso la Fondazione Studio Marangoni sarà presentato il libro Accademia di Michele Buda. Introduce Bärbel Reinhard.
Il progetto, sviluppato all’interno dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna, si configura come una lettura trasversale e traslata di immagini, forme, oggetti, pratiche tipiche degli ambienti dell’Accademia, vissuti dall’interno con l’occhio di un autore che ha fatto dell’osservazione la chiave di volta della sua pratica. “L’oggetto di passaggio, transizionale, si potrebbe dire forse esagerando, ce lo offre Michele Buda nella forma dei gessi dell’accademia, classici nella loro totale nudità si offrono come oggetti d’uso, come parte di quella ‘funzionalità’ riferita alle arti popolari. Sono modelli, sono copie, sono frutto di una artigianalità…” (dal testo critico che accompagna la mostra).

→ Leggi Tutto

Diventa fiume alla FSM


Daniela Tartaglia

 

Daniela Tartaglia presenta il suo nuovo libro Diventa fiume edito da EDIZIONI POLISTAMPA.

Martedì 15 maggio ore 18.30 alla fsmgallery, via San Zanobi 19r, Firenze.

Una discesa lungo il corso del fiume Arno diventa un’occasione per riflettere sull’incontro/scontro tra cultura e natura. Il fiume come “…organismo vivente e […] metafora della condizione umana…”.

→ Leggi Tutto

Firenze dei Bambini 2018


“E’ meglio una testa ben fatta che una testa ben piena” Michel de Montaigne

L’edizione di Firenze dei Bambini di quest’anno ha come tema L’ingegno.
Tre giorni dedicati ai bambini e al loro ingegno; perché le loro intelligenze possano crescere e trovare il loro posto nel mondo. Centinaia di proposte tutte gratuite distribuite su otto luoghi principali della città.

Fondazione Studio Marangoni sarà ospite de Le Murate Progetti per l’Arte Contemporanea, sede dell’Intelligenza delle Arti, con un laboratorio di fotografia condotto dalla fotografa e docente Beatrice Bruni dal titolo: “Il fantastico mondo della camera oscura”.

Sabato 5 e domenica 6 maggio nei seguenti orari: 11.00-13.00 e 15.00-17.00. Eventi su prenotazione o fino ad esaurimento posti.

→ Leggi Tutto

Open Day Corso Triennale di Fotografia


Beatrice Bruni

 

Il Corso Triennale di Fotografia mira a sviluppare la visione fotografica personale dello studente e a prepararlo alla professione. Il programma di studio cura tutti gli aspetti teorici e pratici inerenti la tecnica e l’espressività. Il nuovo Corso Triennale di Fotografia punta a formare Creativi Multimediali portandoti ad acquisire competenze professionali sia in fotografia che in videomaking. La FSM incoraggia lo sviluppo intellettuale e creativo dei suoi studenti promuovendo l’approfondimento artistico, critico e analitico del mondo della fotografia contemporanea.

Domani, 21 aprile 2018, Open Day, dalle ore 15:00. Fondazione Studio Marangoni, Via San Zanobi 32 r/19 r, Firenze.

→ Leggi Tutto

Se io fossi immagine


Giorgio Galimberti

 

Siamo in prossimità del prossimo incontro, nel quale abbiamo il piacere e l’onore di ospitare un grande fotografo: Giorgio Galimberti, 24 aprile 2018, Biblioteca delle Oblate.
Circondato dalla presenza e conoscenza di grandi maestri, Giorgio carpisce e fa suo un certo tipo di visione che, nel momento di riprendere la macchina in mano, gli consente di definire una propria cifra stilistica chiara e ben delineata. Intorno ai trent’anni le sue esperienze e conoscenze si trasformano in una consapevolezza di linguaggio che gli permette di affacciarsi al mondo autoriale con maturità tecnica e compositiva.
I suoi riferimenti hanno sicuramente influito nella definizione del proprio linguaggio: Robert Frank, Robert Doisneau e Mario Giacomelli su tutti.
Le sue immagini esulano dai soliti canoni fotografici, unendo diversi generi, partendo dalla street photography, declinata in una visione incentrata su contrasti ed un uso della luce moderno e attuale.

→ Leggi Tutto

Diventa fiume. Incontro letterario fotografico


Domani, sabato 14 aprile alle ore 18, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, un incontro letterario fotografico sul fiume a partire dal volume di Daniela Tartaglia “Diventa fiume” (Polistampa, 2017, Testi in catalogo di Daniela Tartaglia, Liliana Grueff , Federico Busonero (fotografi) e di Giovanni Fontana Antonelli (consulente Unesco per il paesaggio).
L’autrice, insieme a Beatrice Bruni e a Liliana Grueff, ci accompagnerà in un viaggio lungo il fiume attraverso immagini, libri e riflessioni, ripercorrendo lo stesso percorso visivo ed emotivo che ha compiuto lei stessa lungo le rive del fiume Arno alla ricerca delle forme significanti che resistono alla desertificazione e alle offese perpetuate dalla mano dell’uomo; una riflessione sul fiume come organismo vivente e come metafora della condizione umana.
Come sottolinea Valentina Vadi, consigliere della Regione Toscana: “Su un piano prettamente ‘pubblico’, che è anche e sopratutto ‘politico’, la sollecitazione principale che proviene dalla lettura di questo libro è la necessità – quasi l’urgenza – di riportare al centro del dibattito e della discussione la questione ambientale, di cui la politica pare essersi dimenticata – non solo la politica italiana. Tutela dell’ambiente naturale, cura del territorio come bene comune e – nel caso della Toscana – del fiume che la attraversa e che ne costituisce un simbolo stratificato di storia, di cultura, di tradizione e di memoria, devono essere prioritari nel governo della cosa pubblica”.

 

→ Leggi Tutto