Se io fossi immagine


Giorgio Galimberti

 

Siamo in prossimità del prossimo incontro, nel quale abbiamo il piacere e l’onore di ospitare un grande fotografo: Giorgio Galimberti, 24 aprile 2018, Biblioteca delle Oblate.
Circondato dalla presenza e conoscenza di grandi maestri, Giorgio carpisce e fa suo un certo tipo di visione che, nel momento di riprendere la macchina in mano, gli consente di definire una propria cifra stilistica chiara e ben delineata. Intorno ai trent’anni le sue esperienze e conoscenze si trasformano in una consapevolezza di linguaggio che gli permette di affacciarsi al mondo autoriale con maturità tecnica e compositiva.
I suoi riferimenti hanno sicuramente influito nella definizione del proprio linguaggio: Robert Frank, Robert Doisneau e Mario Giacomelli su tutti.
Le sue immagini esulano dai soliti canoni fotografici, unendo diversi generi, partendo dalla street photography, declinata in una visione incentrata su contrasti ed un uso della luce moderno e attuale.

→ Leggi Tutto

Diventa fiume. Incontro letterario fotografico


Domani, sabato 14 aprile alle ore 18, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, un incontro letterario fotografico sul fiume a partire dal volume di Daniela Tartaglia “Diventa fiume” (Polistampa, 2017, Testi in catalogo di Daniela Tartaglia, Liliana Grueff , Federico Busonero (fotografi) e di Giovanni Fontana Antonelli (consulente Unesco per il paesaggio).
L’autrice, insieme a Beatrice Bruni e a Liliana Grueff, ci accompagnerà in un viaggio lungo il fiume attraverso immagini, libri e riflessioni, ripercorrendo lo stesso percorso visivo ed emotivo che ha compiuto lei stessa lungo le rive del fiume Arno alla ricerca delle forme significanti che resistono alla desertificazione e alle offese perpetuate dalla mano dell’uomo; una riflessione sul fiume come organismo vivente e come metafora della condizione umana.
Come sottolinea Valentina Vadi, consigliere della Regione Toscana: “Su un piano prettamente ‘pubblico’, che è anche e sopratutto ‘politico’, la sollecitazione principale che proviene dalla lettura di questo libro è la necessità – quasi l’urgenza – di riportare al centro del dibattito e della discussione la questione ambientale, di cui la politica pare essersi dimenticata – non solo la politica italiana. Tutela dell’ambiente naturale, cura del territorio come bene comune e – nel caso della Toscana – del fiume che la attraversa e che ne costituisce un simbolo stratificato di storia, di cultura, di tradizione e di memoria, devono essere prioritari nel governo della cosa pubblica”.

 

→ Leggi Tutto

Doppio scatto. Stesso soggetto, fotografi diversi


Doppio scatto. Stesso soggetto, fotografi diversi.
Conferenza tenuta da Massimo Agus, fotografo e docente.
Venerdì 6 aprile alle ore 18,00 alla fsmgallery – via San Zanobi 19r, Firenze.

L’incontro affronta uno percorso comparativo tra le immagini di grandi autori. Il confronto e l’analisi delle affinità e delle differenze tra fotografie simili scattate da fotografi diversi, in tempi diversi e con sguardi differenti, si rivelano strumenti utili per approfondire meglio la fotografia, la sua storia e i suoi molteplici linguaggi.

→ Leggi Tutto

Un incontro mancato. Sul fotoreportage animalista


UN INCONTRO MANCATO. RIFLESSIONI SUL FOTOREPORTAGE ANIMALISTA.
Saggio fotografico edito da Mimesis Edizioni. Testo di Benedetta Piazzesi. Fotografie di Stefano Belacchi.

Presentazione venerdì 30 marzo 2018 dalle ore 18:30, alla libreria Black Spring Bookshop, Firenze.

Un incontro mancato è un progetto fotografico di riflessione sull’uso delle immagini in ambito animalista. A questa esposizione fotografica corrispondono alcune pagine di testo scritto da Benedetta Piazzesi, che indagano la relazione esistente tra i soggetti delle immagini e i loro spettatori. E spettatori siamo tutti. Sia che tra noi e loro stia l’incolmabile distanza che la rappresentazione fotografica porta con sé, sia che la separazione avvenga solo per tramite di una lente fotografica ma anche, ed in maniera più profonda, nella maniera in cui avviene ad opera delle categorie umane di specie e genere.
Al di là dell’atto documentaristico, l’intento di questa esposizione di foto e testi è quello di farci riflettere sul nostro ruolo e su quello dello strumento fotografico; risvegliare il senso di urgenza legato all’esposizione dell’altrui sofferenza, la subitanea necessità di intervento solidale che il dramma perpetuo degli animali richiede.

→ Leggi Tutto

Shared Environment


Alisa Martynova, fotografa russa innamorata della fotografia analogica, amante della visione personale e introspettiva, sarà ospite giovedì 5 aprile, dalle ore 18:30, del Leica Store Firenze. Alisa si è trasferita in Italia nel 2015 per inseguire il suo sogno di diventare un’artista internazionale. Vive a Firenze dove lavora e frequenta il Corso Triennale di Fotografia presso la Fondazione Studio Marangoni.
Il lavoro di cui parleremo è il risultato del suo ultimo viaggio in Bulgaria, Sofia e dei suoi dintorni. La contraddittoria sensazione di un paese ricco di storia, di un territorio antico, di spazi vasti e liberi, in contrasto con la vita moderna della capitale. La visione di una città inglobata dalla foresta, dove l’espressione della natura prevale governando sull’uomo.

→ Leggi Tutto

Workshop con Simon Roberts


 

Simon Roberts con gli studenti

 

Secondo giorno di lavori alla FSM del workshop con il fotografo inglese Simon Roberts, il cui lavoro si incentra sul rapporto con il paesaggio e sul concetto di identità e appartenenza. Questo laboratorio si pone come ideale prosecuzione della riflessione triennale sull’Arno che la Fondazione Studio Marangoni ha voluto proporre negli ultimi anni.

I fotografi selezionati stanno lavorando per produrre delle immagini inedite sul tema “La città che scorre: nuove dinamiche urbane, la comunità dell’Isolotto e il rapporto con l’Arno”. L’obiettivo è quello di esplorare i territori mutati per rappresentare, attraverso un progetto di narrativa corale, il contrasto tra la città patinata e le zone di confine. Simon Roberts sta guidando i fotografi a rielaborare le nuove icone della periferia e ad esplorare i contrasti che emergono nel cambiamento.

Momenti di lavoro in aula durante il workshop

 

→ Leggi Tutto