Diventa fiume. Incontro letterario fotografico


Domani, sabato 14 aprile alle ore 18, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, un incontro letterario fotografico sul fiume a partire dal volume di Daniela Tartaglia “Diventa fiume” (Polistampa, 2017, Testi in catalogo di Daniela Tartaglia, Liliana Grueff , Federico Busonero (fotografi) e di Giovanni Fontana Antonelli (consulente Unesco per il paesaggio).
L’autrice, insieme a Beatrice Bruni e a Liliana Grueff, ci accompagnerà in un viaggio lungo il fiume attraverso immagini, libri e riflessioni, ripercorrendo lo stesso percorso visivo ed emotivo che ha compiuto lei stessa lungo le rive del fiume Arno alla ricerca delle forme significanti che resistono alla desertificazione e alle offese perpetuate dalla mano dell’uomo; una riflessione sul fiume come organismo vivente e come metafora della condizione umana.
Come sottolinea Valentina Vadi, consigliere della Regione Toscana: “Su un piano prettamente ‘pubblico’, che è anche e sopratutto ‘politico’, la sollecitazione principale che proviene dalla lettura di questo libro è la necessità – quasi l’urgenza – di riportare al centro del dibattito e della discussione la questione ambientale, di cui la politica pare essersi dimenticata – non solo la politica italiana. Tutela dell’ambiente naturale, cura del territorio come bene comune e – nel caso della Toscana – del fiume che la attraversa e che ne costituisce un simbolo stratificato di storia, di cultura, di tradizione e di memoria, devono essere prioritari nel governo della cosa pubblica”.

 

→ Leggi Tutto

The Land that Remains


 

Federico Busonero presenta il libro The Land that Remains

venerdì 25 novembre ore 17,00 
Sala Affreschi, Palazzo del Pegaso, via Cavour 4, Firenze


1

Saluti

Eugenio Giani, Presidente del Consiglio regionale della Toscana

.

.

Interventi

Daniela Tartaglia, Fotografa e docente di storia della fotografia
Valentina Vadi, Consigliere regionale

.

Su commissione dell’UNESCO, l’autore Federico Busonero ha intrapreso nel 2008/2009 tre lunghi viaggi nella regione della West Bank del territorio Palestinese occupato. Le sue fotografie illustrano luoghi culturalmente importanti, raramente visti, all’interno della topografia del Mashriq – i luoghi Arabi dell’oriente, ad est del Nilo – villaggi e città di una ricchezza straordinaria, paesaggi antichi di colline pastorali e campi di olivi, fertili wadi, cimiteri e deserti sacri, e siti archeologici millenari prossimi a scomparire. Uno sguardo critico, al tempo stesso obbiettivo, apre una luce sulla incombente perdita dell’eredità culturale della Palestina con immagini della storia spezzata di oggi, occupata con violenza dalla realtà di un altro – immagini che riflettono visioni di speranza sacrificate nella terra che rimane.

 

→ Leggi Tutto