da sabato 1 Febbraio 2020, 6:00 pm a sabato 21 Marzo 2020, 12:00 am Salva su Google Calendar

Una retrospettiva che raccoglie una selezione di lavori dagli anni ’80 fino a oggi seguendo le tracce artistiche, professionali e umane di una fotografa: sono gli scatti di Margherita Verdi i protagonisti della mostra “Impronte”, in programma sabato 1 febbraio alle ore 18 presso fsmgallery, lo spazio espositivo della Fondazione Studio Marangoni (in via Sa Zanobi 19/r, ingresso libero). Il vernissage sarà preceduto dalla presentazione del libro omonimo “Impronte” moderato da Vittoria Ciolini alle 17.15.
La mostra “Impronte” (visitabile fino al 21 marzo) raccoglie una selezione di lavori dell’artista, accostando stampe analogiche a lavori digitali, e progetti più noti a lavori inediti, seguendo le “impronte” artistiche, professionali e umane di Margherita Verdi per la FSM. “Con questa mini retrospettiva” – afferma uno dei curatori Martino Marangoni – “vogliamo mettere in risalto il suo lungo percorso creativo, esponendo alcuni suoi lavori che ne evidenziano la sua coerenza, e allo stesso tempo la costante ricerca del nuovo”.

Bio:
Margherita Verdi ha iniziato la sua attività fotografica all’inizio degli anni Ottanta.
Oltre a svolgere la sua personale ricerca fotografica, collabora con enti pubblici e privati nell’organizzazione di esposizioni ed attività culturali.

Ha realizzato diversi progetti fotografici, alcuni dei quali sugli orti botanici, sull’archeologia industriale e sugli animali. Ha esposto in mostre personali e collettive in Europa, tra cui Milano, Parigi, Vienna e Tolosa e negli Stati Uniti, a New York e a Pittsburgh. Ha curato ed organizzato numerose mostre e realizzato per varie manifestazioni, tra le quali Firenze: Obiettivo Cascine, Firenze, 1986. E’ una delle curatrici del Premio Europeo Donne Fotografe I luoghi della vita.