Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

FFDA2019 – Eventi

mercoledì 30 ottobre

La Fondazione Michelucci insieme ad un ampio panel di istituzioni costituito da Archivio storico del Comune di Firenze, Archivio di Stato di Firenze, UniFi – Biblioteca di Scienze Tecnologiche/Architettura, Kunsthistorisches Institut in Florenz, Fondazione Studio Marangoni, Fondazione Architetti Firenze, si fa promotrice dello sviluppo di un programma di iniziative per la valorizzazione e promozione della fotografia d’architettura a Firenze, con lo scopo di far conoscere lo straordinario patrimonio di fondi fotografici storici esistenti in città e di sostenere le esperienze contemporanee di questa interessante produzione artistica.

Il programma di eventi

18 settembre 2019 e 30 ottobre 2019
Documenti fotografici d’Architettura.
La Fototeca del Kunsthistorisches Institut in Florenz
Visita guidata a cura di Costanza Caraffa e Almut Goldhahn

Fototeca Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut
Palazzo Grifoni Budini Gattai – Via dei Servi, 51 – Firenze
Visite guidate gratuite, su prenotazione (max. 20 persone)
18 settembre, ore 14.00 / 15.30 / 17.00
30 ottobre, ore 14.00 / 15.30 / 17.30

Prenotazione esclusivamente via email: info@khi.fi.it

La Fototeca del Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut, attualmente collocata in Palazzo Grifoni Budini Gattai, da oltre 120 anni raccoglie documentazione fotografica incentrata sull’arte italiana dalla tarda antichità fino all’età moderna. La vasta collezione di oltre 620.000 fotografie si è sviluppata parallelamente al profilo scientifico dell’Istituto.

Valorizzando la propria posizione all’intersezione fra pratiche d’archivio e accademiche, la Fototeca si è affermata quale laboratorio internazionalmente riconosciuto all’interno dell’attuale dibattito sulla funzione delle fotografie e degli archivi fotografici nella ricerca transdisciplinare. I progetti e le iniziative scientifiche della Fototeca si fondano concettual­mente sulla materialità delle fotografie e sulla dimensione epistemologica dell’archivio.

Durante la visita il pubblico avrà l’occasione di conoscere non solo alcuni fondi importanti di fotografie d’architettura, che oggi fanno parte del nostro cultural heritage, ma anche un ambiente proficuo di ricerca sulla fotografia.

 


19 settembre 2019 – 4 ottobre 2019

Architetture d’Italia, d’Europa e d’Oriente nella collezione Castellazzi.

L’archivio fotografico di un architetto del medio Ottocento.

Mostra a cura di Mauro Cozzi, Monica Maffioli, Vincenzo Vaccaro, Enrico Sartoni

Accademia delle Arti del Disegno di Firenze

Via Orsanmichele, 4 – Firenze

Inaugurazione: giovedì 19 settembre 2019, ore 17.30 (ingresso libero)

Orario (ingresso gratuito, suonare il campanello)

Lunedì, ore 10.00 -12.30 / 14.30 – 17.00;

martedì, giovedì e venerdì, ore 9.00 -13.00 / 14.00 -18.00;

mercoledì, ore 10.00 -12.00

info: 055 219642 | info@aadfi.it | www.aadfi.it

La collezione di fotografie di arte e di architettura, raccolte dall’architetto veneto Giuseppe Castellazzi, già allievo dell’Accademia di Venezia e di Pietro Selvatico Estense, comprende circa duecento pezzi, spesso ragguardevoli per la qualità e per la loro cronologia. Le stampe provenienti da operatori noti come Alinari, Brogi, Sommer, Suscipj, Anderson, ma anche da fotografi non identificati, furono messe insieme da Castellazzi a partire dall’inizio degli anni sessanta nel corso dei suoi viaggi nel Nord d’Europa (Monaco, Colonia, Parigi), quindi nell’impero Ottomano, ad Istanbul o al Cairo, ma anche in relazione a viaggi e soggiorni in varie città italiane. Talvolta, come per le immagini del Bigallo o di Orsanmichele (Castellazzi dal 1874 insegna nell’Accademia fiorentina), sono invece legate a restauri o a discutibili completamenti in stile nei quali l’architetto fu coinvolto. L’esposizione di una selezione di stampe fotografiche originali è accompagnata da proiezioni.

 


21 settembre 2019 – 13 ottobre 2019

Sguardi sulla città che cambia.

Firenze negli archivi fotografici del Novecento

Mostra a cura di Chiara Cappuccini

Archivio di Stato di Firenze

Viale della Giovine Italia, 6 – Firenze

Inaugurazione: sabato 21 settembre 2019, ore 10.00 (ingresso libero)

Orario (ingresso gratuito)

lunedì – venerdì, ore 10,00 – 17.00; sabato, ore 10.00 – 13.00

Aperture straordinarie:

Giornate Europee del Patrimonio: sabato 21 settembre ore 10.00 – 17.00; domenica 22 settembre, ore 10.00 – 13.00;

Domenica di carta: domenica 13 ottobre, ore 10.00 -17.00

Info: 055 263201 | email: as-fi@beniculturali.it | www.archiviodistato.firenze.it

La mostra, organizzata per sezioni tematiche, si apre con una riproduzione di Piazza Beccaria al tempo di Firenze capitale dando il via a un percorso che si snoda lungo tutto l’arco del Novecento, tra edifici simbolo e angoli dimenticati che ne hanno caratterizzato l’aspetto nei vari momenti storici. Arriveremo così al 1989 quando fu inaugurata la nuova sede dell’Archivio di Stato, elemento imprescindibile dell’attuale sistemazione della piazza.

Una sezione dedicata ai Cinema, teatri e luoghi di svago, sarà testimonianza di abitudini e di una vita sociale che aveva un riflesso tangibile sul panorama cittadino, mostrando spazi oggi in gran parte reinventati. Passando attraverso il ruolo emblematico rivestito da edifici pubblici e industriali, approderemo alle immagini che documentano una pagina importantissima del secondo dopoguerra: la nascita e lo sviluppo della periferia, immersi nella speranza e nell’entusiasmo della fervida attività di quegli anni che hanno trasformato e molto spesso creato dal nulla interi quartieri.

 


9 ottobre 2019 – 8 novembre 2019

Fotografie da una città in restauro.

Sanpaolesi e la “Scuola Fiorentina” negli anni Sessanta

Mostra a cura di Gianna Frosali, Fortunato Faga, Lydia Patriarca e Gabriella Vagnarelli

UniFi – Biblioteca di Scienze Tecnologiche/Architettura

Palazzo San Clemente – Via Pier Antonio Micheli, 2 – Firenze

Inaugurazione: mercoledì 9 ottobre 2019, ore 17.00 (ingresso libero)

Orario (ingresso gratuito)

lunedì – venerdì, ore 9.00 – 18.30

Info: 055 2756400 | e-mail: bibarc@unifi.it | https://www.sba.unifi.it

La mostra illustra l’attività dell’Istituto di Restauro dell’Università di Firenze, avviata da Piero Sanpaolesi nel 1960 con la collaborazione degli allievi Giuliano Laschi, Piero Roselli e Paolo Alberto Rossi.

Fin dagli inizi fu ritenuto importante l’uso della fotografia per documentare lo stato dei monumenti e i successivi interventi.

Un tecnico fotografo, Adriano Bartolozzi, si è sempre occupato di supportare gli scatti dei docenti con il lavoro di laboratorio, ha effettuato scatti lui stesso e ha continuativamente archiviato le foto.

L’archivio fotografico di Restauro, costituito da scatti originali dello stesso Sanpaolesi, di docenti e collaboratori, di donazioni, ha raggiunto una consistenza di più di 170.000 immagini e si è rivelato molto importante per la documentazione sul territorio.

Un esempio eclatante è stato l’utilizzo di foto della Torre dei Pulci, realizzate nel 1964, che trenta anni dopo sono servite per il restauro dopo l’attentato di via dei Georgofili.

Questo paziente lavoro proseguito negli anni, consente ora di illustrare i restauri di celebri monumenti fiorentini: Loggia e Palazzo Rucellai, Palazzo Bartolini Salimbeni, Palazzo Pucci attraverso una documentazione per certi aspetti sorprendente.


10 ottobre 2019 – 10 dicembre 2019

Saunterings in Florence / In giro per Firenze.

La città nelle fotografie d’architettura dell’Ottocento

Mostra a cura di Gabriella Carapelli, con la collaborazione dello Staff dell’Archivio Storico: Luca Brogioni, Giulio Manetti, Maise Silveira, Chiara Cittadino, Giovanni Cappelli

Archivio Storico del Comune di Firenze

Via dell’Oriuolo, 33/35 – Firenze

Inaugurazione: giovedì 10 ottobre 2019, ore 17.00 (ingresso libero)

Orario (ingresso gratuito)

lunedì – venerdì, ore 10.00 – 13.00

Info: archstor@comune.fi.it | www.cultura.comune.fi.it/pagina/archivio-storico

Ripetendo il titolo della fortunata guida di Elvira Grifi pubblica­ta a Firenze da Bemporad nel 1896 (A New artistic and practical hand-book for English and American tourists), la mostra permette di effettuare una passeggiata virtuale nella Fiorenze ottocentesca attraverso alcune immagini scelte tra quelle conservate nell’Archivio Storico del Comu­ne: ne esce quasi un bilancio delle profonde trasfor­mazioni urbanistiche, dei restauri e dei completamen­ti in stile compiuti in città.

La mostra è articolata su più temi (Il fiume e la città; I nuovi quartieri; Gli anni della capitale; “La grande operazione urbanistica”, 1881-1898; Pas­seggiate fiorentine; I Monumenti in piazza e La prima Esposizione Ita­liana di Fotografia, 1887) rappresentati attraverso le stampe fotografiche pervenute all’Archivio dai vari uffici dell’Amministrazione. Fotografie   spesso allegate a pratiche ed a progetti che documentano gli interventi di trasformazione urbana svolti nel corso del secolo diciannovesimo.

 


17 ottobre 2019 – 22 novembre 2019

Giovanni Michelucci Fotografo.

Lo sguardo dell’architetto

Mostra a cura di Alessandro Masetti e Nadia Musumeci

Fondazione Giovanni Michelucci

Villa “Il Roseto” – Via Beato Angelico,15 – Fiesole (FI)

Inaugurazione: giovedì 17 ottobre 2019, ore 18.00 (ingresso libero)

Orario (ingresso gratuito)

lunedì, mercoledì, venerdì, ore 10.00 – 13.00

Info: 055.597149 | fondazione@michelucci.it | www.michelucci.it

In occasione di Firenze Fotografia d’Architettura 2019 la Fondazione Giovanni Michelucci presenta una selezione di fotografie scattate dall’architetto durante la sua attività professionale in un arco temporale compreso tra gli anni Trenta e Cinquanta.

Articolata in quattro sezioni, la mostra rivela lo sguardo dell’architetto che con intuizione creativa e sensibilità poetica si sofferma sulla vita delle città. Gli “Spazi umani” come le piazze nei giorni di festa, i mercati rionali e lo struscio pomeridiano nelle strade dei centri abitati diventano spunti di riflessione per la sua idea di Nuova Città. Alle scene di vita quotidiana si affiancano poi suggestive sequenze fotografiche delle grandi architetture del passato, che lo stesso Michelucci percepisce come vive, in continua metamorfosi, tanto da fotografarle più volte anche a distanza di anni, ma sempre con un nuovo spirito di osservazione. La ricerca continua con la modernità degli architetti suoi contemporanei, ecco allora la Casa del Fascio di Terragni a Como, il Padiglione Svizzero di Le Corbusier a Parigi e infine la nuova stazione di Roma Termini, simbolo degli anni della trasformazione e rinascita italiana. Chiude la mostra una sezione speciale dedicata alle foto di strutture e infrastrutture in ferro che dichiarano l’interesse del maestro nei confronti della poesia di un materiale a lui noto sin dalla giovinezza e che riflettono la sua idea di “Ingegneria come opera d’arte”.

 


18 ottobre 2019 e 24 ottobre 2019

La scuola in fotografia.

L’edilizia scolastica in Italia (XIX-XX secolo)

Visite guidate a cura di Pamela Giorgi e Irene Zoppi

INDIRE – Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa

Palazzo Gerini – via M. Buonarroti,10 – Firenze

Orario

Visite guidate gratuite, su prenotazione (max. 20 persone)

18 ottobre, ore 10.00 – Prenotazione esclusivamente al link http://tiny.cc/18ottobre

24 ottobre, ore 14.00 – Prenotazione esclusivamente al link: http://tiny.cc/24ottobre

Info: www.indire.it

Il nucleo originario del Fondo fotografico INDIRE, risale alla Mostra Didattica Nazionale di Firenze del 1925 e si compone di fotografie sciolte e album fotografici di vario formato, realizzati sia dalle varie scuole italiane che li inviarono a Firenze sia, successivamente, dal Centro Didattico Nazionale per l’esposizione museale nella rinnovata sede (1941) in Palazzo Gerini. Qui le sale, con arredi appositamente ideati da Giovanni Michelucci, ospitavano materiale didattico e aree per la consultazione del patrimonio documentale e bibliografico.

La visita aprirà le porte dell’archivio storico e della biblioteca e illustrerà il Fondo fotografico INDIRE, oggi costituito da oltre 14mila fotografie, che abbracciano vari temi della didattica, tra cui fotografie di architetture e ambienti scolastici. Si tratta di una delle più importanti collezioni fotografiche relative alla storia della scuola e dei sistemi educativi presenti in Italia, sia per la qualità dei materiali, sia per la specificità dei soggetti rappresentati, un unicum nel suo genere, poiché comprende un vasto ambito cronologico (dal termine del XIX secolo sino alla metà degli anni Sessanta del XX) e geografico (l’intero territorio nazionale).

 


25 ottobre 2019

Firenze Fotografia d’Architettura 2019

Esperienze a confronto

Incontro a cura di Fondazione Michelucci e Fondazione Architetti Firenze

Fondazione Architetti Firenze

Palazzina Reale – Piazza della stazione, 50 – Firenze

Orario: 10.00 – 18.00

Info: www.architettifirenze.it – Disponibili Crediti Formativi Professionali per Architetti

La giornata-incontro “FFdA2019 – Firenze Fotografia d’Architettura 2019” si apre con le testimonianze di eccellenza dei due fotografi di architettura Fulvio Orsenigo e Alessandra Chemollo e della storica della fotografia Roberta Valtorta, vice presidente della Società Italiana per lo Studio della Fotografia. Nella sessione pomeridiana seguiranno invece dibattiti e approfondimenti specifici sul tema, come il valore documentario, d’uso, narrativo, sociale, di indagine territoriale e urbana della fotografia d’architettura.


30 ottobre 2019

Firenze Fotografia di Architettura 2019

Fotografi tra archivi storici e il racconto della città contemporanea

Incontro a cura di Fondazione Studio Marangoni

Fototeca Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut

Palazzo Grifoni Budini Gattai – Via dei Servi, 51 – Firenze

Orario: 16:30 – 17.30

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Una selezione di 13 fotografi che hanno partecipato alla open call lanciata nel mese di giugno, grazie a un workshop a cura della Fondazione Studio Marangoni hanno avuto la possibilità di accedere alle più importanti collezioni fotografiche di architettura ospitate negli archivi storici cittadini. Successivamente si sono misurati con la città, raccontandone la ricchezza delle sue articolazioni con progetti originali che saranno presentati al pubblico in occasione dell’appuntamento di chiusura di Firenze Fotografia d’Architettura 2019 presso l’auditorium della Fototeca del Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut.