Sulle tracce dei ghiacciai


Dal 15 settembre 2019 al 17 febbraio 2020 il Museo Civico di Bassano del Grappa ospita la mostra fotografica “Sulle tracce dei ghiacciai”, il grande progetto realizzato dal fotografo Fabiano Ventura per documentare gli effetti dei cambiamenti climatici sui ghiacciai più importanti della Terra. L’esposizione ripercorre le cinque spedizioni del progetto in Karakorum, Caucaso, Alaska, Ande e Himalaya, con un allestimento che offre un confronto diretto tra fotografie storiche e moderne. Ne emerge un senso di urgenza per la salvaguardia dei ghiacciai, sensibili indicatori della salute del nostro pianeta.

Una mostra di rilevanza internazionale, al contempo legata alla tradizionale rassegna biennale di Bassano Fotografia Sconfinamenti (14 settembre — 3 novembre 2019) – festival organizzato da Pro Bassano in collaborazione con il Comune di Bassano del Grappa, giunto quest’anno alla sua sesta edizione  – che si pone l’obiettivo di informare e sensibilizzare il visitatore verso una tematica quanto mai importante e delicata per la nostra contemporaneità.

→ Leggi Tutto

The Shape of Water


Il 1 ottobre ti aspettiamo al Leica Store Firenze per la mostra “The Shape of Water” di Filippo Maffei.

La mostra, visitabile fino al 1 dicembre, vuole raccontare in una serie di dieci scatti la sua ricerca sulla forza dell’acqua e di come questo elemento, attraverso un processo di continua trasformazione, abbia condizionato il suo modo di interagire con esso portandolo ad immortalarlo nelle sue molteplici forme.

Leica Store Firenze

vicolo dell’Oro 12/14 Rosso.

→ Leggi Tutto

Tempi Complessi – Il Progetto


Attraverso lo sguardo privilegiato dei giovani autori la Fondazione Studio Marangoni produrrà un progetto espositivo con opere inedite sulle tematiche del confronto tra culture, delle differenze sociali e delle questioni di genere. Gli artisti selezionati svilupperanno un progetto ad hoc sul territorio toscano con speciale riguardo all’integrazione del medium fotografia con altri linguaggi espressivi. Avranno l’occasione di presentare il loro percorso creativo e le opere sia in open classes che in una mostra con installazioni site specific presso Pac Le Murate.

Il Progetto

In un momento storico dove separazione esclusione ed emarginazione sono diventati triste bandiera,  l’arte si riappropria, attraverso la natura multimediale sia del digitale che delle pratiche analogiche, di un ruolo fondamentale come contenitore propositivo e inclusivo, come luogo d’incontro e creazione di nuovi linguaggi, a valorizzare la libertà creativa che prende spunto da una società aperta con tante sfaccettature culturali e la fusione tra influenze storiche ed idee contemporanee.  La combinazione e la contaminazione tra mezzi espressivi moderni digitali e tecniche tradizionali come la stampa in camera oscura o il collage analogico, daranno luogo all’esperienza di una manualità creativa, capace a creare pezzi unici, oltre il video, il disegno, la pittura, la scrittura e lasciare testimonianze individuali con confini fluidi tra i vari mezzi d’espressione contemporanee.  

Il Backstage

20190911_Dilettoso_Sara (1)
20190911_Dilettoso_Sara (2)
20190911_Dilettoso_Sara (4)
20190911_Dilettoso_Sara (5)
20190911_Dilettoso_Sara (9)
20190911_Dilettoso_Sara (18)
20190911_Dilettoso_Sara (20)

 

→ Leggi Tutto

REMIS


Doppia personale, un vero intreccio dei lavori fotografici e multimediali di Bärbel Reinhard e Marco Signorini che confonde la nostra percezione. Alla SACI Gallery per la prima volta i due artisti con-frontano i loro lavori, rivisitandoli in modo da adeguarsi allo spazio e l’uno all’altro. I due fotografi qui collaborano per animare e trasformare la loro mostra in un percorso multisensoriale e multime-diale. Una mostra a quattro mani, dove i lavori dei due artisti si sovrappongono, confondono e sono complementari, pur rimanendo sempre distinguibili per la gran parte dei visitatori. […]

REMIS
by Bärbel Reinhard | Marco Signorini

OPENING: THURSDAY, SEPTEMBER 12 at 6 pm
SACI Gallery
Via Sant’Antonino 11, Florence
On view September 12 – October 19, 2019
Special hours on the Giornata del Contemporaneo: Saturday, October 12, 12am-6pm.

→ Leggi Tutto

SI Fest 2019 | Seduzioni, fascinazione e mistero


Venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 settembre 2019 a Savignano sul Rubicone (FC) torna SI FEST 28^ edizione, il festival di fotografia più longevo d’Italia, con un programma curato da Denis Curti, già direttore artistico della manifestazione dal 2000 al 2006. Tutte le informazioni ed il ricco programma degli eventi qui.

→ Leggi Tutto

Maria Alessia Manti tra i finalisti del Premio Marco Pesaresi


Felici di annunciare che una delle nostre studentesse del Corso Triennale di Fotografia e New Media è tra i finalisti del prestigioso Premio Marco Pesaresi.

Il Premio Marco Pesaresi per la fotografia contemporanea è promosso dal Comune di Savignano sul Rubicone in partnership con i Comuni di Forlì, Ravenna e Rimini e in collaborazione con “Savignano Immagini” (segreteria organizzativa).

Il Premio Marco Pesaresi, giunto alla diciottesima edizione, è destinato a ricordare la straordinaria figura del fotografo riminese Marco Pesaresi attraverso la promozione di ricerche e produzioni di fotoreportage connotate da aspetti di progettualità e di innovazione nell’ambito del linguaggio della fotografia contemporanea e della cultura visiva.

→ Leggi Tutto

Buscando a Bolivar di Pietro Paolini


Dal 2004 al 2014 Pietro Paolini (Firenze, 1981) ha viaggiato attraverso il Sud America per osservare e immortalare il cambiamento sociale e politico in atto in Bolivia, Ecuador e Venezuela durante le presidenze di Evo Morales, Rafael Correa e Hugo Chavez. Camminava molto, attraversava stati, incontrava popoli ed etnie, tracciando il suo viaggio documentario dotato degli unici mezzi in grado di costruire memoria, per consentirgli, attraverso le sue lenti, di accogliere, raccogliere e custodire ciò che il giorno, la popolazione e gli eventi offrirebbe al suo sguardo e alla sua testimonianza. Nel documentare il paesaggio e la vita quotidiana nei paesi del nuovo socialismo latinoamericano, Pietro Paolini ha colto la fervente e rivoluzionaria complessità di questi territori, mettendo in evidenza le contraddizioni delle realtà socio-politiche in evoluzione, delle persone pronte ad avviare cambiamenti radicali, in lotta per progresso e per la costruzione delle loro identità contemporanee.

Grazie allo strumento fotografico, l’artista ha catturato e descritto le realtà esistenziali di queste nazioni, intercettato la sua vita, raccontandone la concretezza e le incertezze future, costruendo un vero romanzo visivo: una storia che rappresenta l’intera vita, in tutto il suo storico , implicazioni sociali, economiche, antropologiche e politiche; dandoci immagini pure, senza filtri, lontane dagli stereotipi occidentali: tracce di memoria del cambiamento in atto, chiavi della lettura della società latinoamericana. “Queste immagini sono un viaggio attraverso quei paesi, in questo momento di cambiamento della coscienza popolare, senza sapere quale sarà il suo futuro, ma con la profonda convinzione che non sarà più possibile tornare indietro”.

Silvia Salvati

→ Leggi Tutto

I Piccoli Laboratori di fotografia mobile


L’IMPORTANZA DI ESSERE PICCOLI 2019 propone una serie di laboratori di fotografia mobile e di utilizzo delle immagini su Instagram. Ogni giorno, in luoghi davvero inconsueti, tra gli artisti, nei borghi e nei boschi, si affronteranno le tematiche più attuali riguardo all’uso del mezzo:
– storia della mobile photography
– il significato della fotografia mobile e l’impatto sulla società
– autori e immagini
– Instagram: tutti i suoi segreti
– Descrizione delle applicazioni più nuove, interessanti, efficaci e consigli tecnici di utilizzo.
Il laboratorio sarà orientato alla produzione di immagini nella natura e di documentazione degli eventi del festival (concerti, reading) per una restituzione social.
Il lab sarà, nello spirito del festival, libero, non costretto nelle quattro mura di un’aula, ma di volta in volta si adatterà alle location di ogni giorno, e vi farà vivere la serata divertendovi e producendo buone immagini consapevoli.

Quando: 1- 4 agosto 2019
Orario: 18:30
Dove: Palazzo Comelli (Camugnano); Sasso (Lizzano in Belvedere); Mulino di Chicon (Sambuca Pistoiese) Chiesa di San Giacomo (Castiglione dei Pepoli)

Nella giornata di sabato 3 agosto sarà possibile fare un trekking fotografico in cui concentrare l’osservazione e gli scatti sulla natura.

Per info e prenotazioni:
info@sassiscritti.org

→ Leggi Tutto

Fibra flessa / Sentieri non-euclidei


Due nuove mostre bipersonali inaugurano al Nuovo Spazio Di Casso (Casso, Pn): inaugurazione  sabato 3 agosto 2019, ore 17.30.
Le mostre rimarranno aperte dal 4 agosto al 29 settembre.

Fibra flessa (schianta l’uomo non il bosco)
4 agosto / 29 settembre 2019 – inaugurazione sabato 3 agosto ore 17.30
a cura di Gianluca d’Incà Levis – artisti: Giorgio Barrera e Filippo Romano

Di Tempesta Vaia si sa molto, oppur poco in realtà?
Adopt a Vortex, Vaia 199.
La foresta è perduta?
Solo nella prospettiva degli uomini, una prospettiva di breve periodo, ben diversa da quella della natura.
Questa mostra costituisce un secondo apparato (il primo è costituito dalla collettiva To be Here and There) di #cantieredivaia, il percorso di ricerca che Dolomiti Contemporanee ha intrapreso a fine ottobre 2019, all’indomani dell’evento calamitoso.
Esso costituisce al tempo stesso una ferita, un vasto, problematico, campo di lavoro, e un’opportunità per il territorio.
Il bosco non attende: è già in fase di rinnovazione.
La riorganizzazione degli uomini è cosa più complessa.
Barrera e Romano hanno compiuto una ricognizione dei luoghi colpiti, nelle Dolomiti bellunesi e friulane.
Attraverso la fotografia e il video, ci restituiscono un’immagine del paesaggio mutato e degli abitatori delle aree colpite.

In collaborazione con: Comune di Erto e Casso, Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Dolomites UNESCO, Comune di Sappada/Plodn, Pro Loco Sappada, Filiera Legno FVG, Aibo FVG, Progetto Borca, Fondazione Francesco Fabbri.

Sentieri non-euclidei
4 agosto / 29 settembre 2019
inaugurazione sabato 3 agosto ore 17.30
a cura di Daniele Capra
artsti: Mirko Baricchi e Alberto Scodro

Sentieri non-euclidei presenta una ventina di lavori su tela e scultorei realizzati recentemente dagli artisti, e alcuni interventi sviluppati in residenza. il progetto analizza come l’opera sia l’esito di un flusso mentale e di un processo fisico di stratificazione caratterizzati da percorsi non-lineari, apparentemente contraddittori, che richiedono all’osservatore l’adozione di nuovi e più ampi criteri interpretativi. il titolo della mostra fa riferimento alle geometrie non-euclidee che hanno consentito il superamento delle teorie basate sui postulati di euclide, ampliando le potenzialità generatrici della disciplina.

In collaborazione con: Cardelli e Fontana arte contemporanea

→ Leggi Tutto