Buscando a Bolivar di Pietro Paolini


Dal 2004 al 2014 Pietro Paolini (Firenze, 1981) ha viaggiato attraverso il Sud America per osservare e immortalare il cambiamento sociale e politico in atto in Bolivia, Ecuador e Venezuela durante le presidenze di Evo Morales, Rafael Correa e Hugo Chavez. Camminava molto, attraversava stati, incontrava popoli ed etnie, tracciando il suo viaggio documentario dotato degli unici mezzi in grado di costruire memoria, per consentirgli, attraverso le sue lenti, di accogliere, raccogliere e custodire ciò che il giorno, la popolazione e gli eventi offrirebbe al suo sguardo e alla sua testimonianza. Nel documentare il paesaggio e la vita quotidiana nei paesi del nuovo socialismo latinoamericano, Pietro Paolini ha colto la fervente e rivoluzionaria complessità di questi territori, mettendo in evidenza le contraddizioni delle realtà socio-politiche in evoluzione, delle persone pronte ad avviare cambiamenti radicali, in lotta per progresso e per la costruzione delle loro identità contemporanee.

Grazie allo strumento fotografico, l’artista ha catturato e descritto le realtà esistenziali di queste nazioni, intercettato la sua vita, raccontandone la concretezza e le incertezze future, costruendo un vero romanzo visivo: una storia che rappresenta l’intera vita, in tutto il suo storico , implicazioni sociali, economiche, antropologiche e politiche; dandoci immagini pure, senza filtri, lontane dagli stereotipi occidentali: tracce di memoria del cambiamento in atto, chiavi della lettura della società latinoamericana. “Queste immagini sono un viaggio attraverso quei paesi, in questo momento di cambiamento della coscienza popolare, senza sapere quale sarà il suo futuro, ma con la profonda convinzione che non sarà più possibile tornare indietro”.

Silvia Salvati