Come Due Ali


Cinzia Canneri

‘Come Due Ali’ di Cinzia Canneri è il lavoro vincitore del Miglior Portfolio Umbria Photo Fest’ 2017.
Il progetto è un’analisi sociale della problematica dell’amianto in relazione alla vita quotidiana, intima e psicologica delle vittime, sia di coloro che hanno subito l’esposizione a questa fibra sia dei familiari che sono sopravvissuti.
Le immagini verranno esposte in mostra nella prossima edizione di Umbria World Fest’.

→ Leggi Tutto

Fortune Magazine Glorifies the Corporate Photographer


Margaret Bourke-White

 

Walker Evans

Before the rise of the Empire State building in 1933, the New York Stock Exchange had been creating millionaires for over ten years, until its crash in October of 1929. In that same year, just months before the crash, which led to the Great Depression, Henry Luce, founder and owner of Time Magazine and later Life magazine and Sports Illustrated, decided to create a magazine dedicated to the dynamic and exciting world of industry. He wanted to call it Power, but then decided on the world Fortune. Fortune’s first Photo Editor, Thomas Maitland Cleland, wanted photography to be the driving visual force of the magazine, so he went about hiring the very best photographers he could find. Principal among them was Margaret Bourke-White, hired as Fortune’s first staff photographer. A strong headed personality with great technical capabilities made her the first and foremost industrial photographer. Her images brought the masses into the factory or on location, in the midst of industrial processes. She made spectacular images to catch the eye and the fantasy of the growing entrepreneurial strength of the United States. You could say, she was the eye of American Capitalism in its making. But she wasn’t the only photographer to be enthused by industry and its products. Few know that from 1945 until 1965, Walker Evans himself was Picture Editor of Fortune magazine. Always a brilliant reader of the American landscape, his critical eye and formal approach lead the vision of the magazine for twenty very important years. Years in which the importance of a Corporate Identity was to become the standard for the representation of all industries and the Corporate Photographer was to become a mainstay in any corporate project.

Edward Rozzo

Per leggere altri articoli dell’autore cliccate qui!

 

→ Leggi Tutto

La canzone di Tkvarcheli alla FSM


Fondazione Studio Marangoni è lieta di segnalare il secondo appuntamento dedicato all’editoria fotografica. L’incontro sarà rivolto alla presentazione del lavoro fotografico della prima vincitrice del Premio Gabriele Basilico, Maria Gruzdeva, dal titolo La canzone di Tkvarcheli, edito da Danilo Montanari Editore. La presentazione del volume avverrà alla presenza dell’autrice e si terrà in lingua inglese presso i locali espositivi della Fondazione Studio Marangoni (via San Zanobi 19r, Firenze) sabato 4 novembre alle ore 18,00.
L’iniziativa, ad ingresso libero, si pone in continuità con l’inaugurazione della mostra organizzata il giorno precedente (venerdì 3 novembre ore 18,00 fsmgallery, via San Zanobi 19r, Firenze) ed aperta al pubblico tutti i pomeriggi con orario 15-19 fino al 2 dicembre 2017.

→ Leggi Tutto

Le donne fotografe dalla nascita della fotografia ad oggi


Ricomincia la rassegna di presentazioni di libri alla Fondazione Studio Marangoni.

Venerdì 20 ottobre, alle ore 18, presso la fsmgallery, sarà la volta del testo “Le donne fotografe dalla nascita della fotografia ad oggi” di Patrizia Pulga. Introdurrà Vittoria Ciolini.

Vi aspettiamo.

→ Leggi Tutto

Sfruttare i Social Media


Lo sappiamo tutti, i Social sono invasivi, sono importanti e sono utili o meglio indispensabili per qualunque professione. Ma quanto è difficile sfruttare veramente i Social? E’ molto difficile. Perché richiede una serie di competenze non da tutti, un’enorme quantità di tempo e una costanza da certosino. Ma soprattutto, bisogna saper lanciare il messaggio giusto. []

 

Potete leggere gli altri articoli di Edward Rozzo sul sito Rozzo Plus.

→ Leggi Tutto

A come Arno a Isole


I Just Look at Pictures
Viaggio nel photobook italiano
a cura di Ivan Catalano, isole

Quarto incontro
A come Arno
di Paolo Cagnacci e Matteo Cesari

13 ottobre 2017 presentazione del photobook, h. 18.00 – Fronte del Borgo, Piazza Borgo Dora, 49 – Torino.
Incontro con gli autori Paolo Cagnacci e Matteo Cesari.
Inaugurazione mostra: h. 19.30 – Isole, Lungo Dora Napoli 18/b – Torino.
14 ottobre- 5 novembre 2017
visite su appuntamento
info (+39) 339 819 3106 – isolestudio@gmail.com

A come Arno
È il 4 Novembre 1966: dopo 2 giorni di intensa pioggia il fiume Arno rompe gli argini e inonda Firenze. Una delle città più amate al mondo vive le sue ore più terribili, devastata da acqua e fango. Ci sono 34 vittime e tredicimila famiglie senza tetto. Un immenso patrimonio artistico rischia di andare perduto per sempre. A cinquant’anni da una tragedia che ha avuto un così forte impatto sull’immaginario collettivo, i fotografi Matteo Cesari e Paolo Cagnacci ripercorrono i suoi argini cercando di raccontare i volti e i luoghi di un fiume diventato suo malgrado simbolo italiano di scontro fra la corsa allo sviluppo dell’uomo e la tutela del territorio.

un libro di Paolo Cagnacci e Matteo Cesari
a cura di DER*LAB
additional images: Beatrice Bruni, Sara Cinelli, Mattia Micheli, Dasha Vigori Oussova, Elisabetta Pallini, Barbel Reinhard, Camilla Ricco, Federica Rugnone.

→ Leggi Tutto