FUNZILLA 2017


Il Funzilla Fest nasce nel 2015 su iniziativa di Fugazine e Monkeyphoto, due piccole etichette romane da alcuni anni dedite alla produzione di fanzine fotografiche. Ad essi si affianca da subito l’associazione Microprisma, spazio dedicato alla fotografia autonomo e sperimentale che ha ospitato la prima edizione. L’idea è molto semplice: creare una festa, della durata di un fine settimana, totalmente dedicata alle fanzine fotografiche. Oggi il Festival è pensato e organizzato da un collettivo di persone più ampio che raccoglie le energie, le competenze e la passione di: Alessandro Ciccarelli (Monkeyphoto), Claudio Drago (Microprisma), Danilo Palmisano (Monkeyphoto), Dario Coletti, Francesco Caratù (Antropomorpha), Marzia Troiani, Melissa Carnemolla, Marco Soellner, Paolo Cardinali (Fugazine), Pierpaolo Lo Giudice, Sara Palmieri, Sasha Taormina. Il Festival prevede la partecipazione libera di chiunque abbia prodotto una fanzine fotografica (autori ed editori) ed è strutturato con banchetti vendita, presentazioni editoriali, incontri, workshop, mostre, dibattiti. 19, 20 e 21 maggio 2017, Roma.

→ Leggi Tutto

Con lo sguardo dell’altro


Gea Casolaro

“Con lo sguardo dell’altro” è il titolo della più ampia personale finora dedicata a Gea Casolaro, l’artista romana che dal 2009 si divide tra Roma e Parigi. Dal 7 aprile fino al’11 giugno l’esposizione, a cura di Claudio Crescentini, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con The Gallery Apart, è ospitata negli spazi del MACRO.

A cosa starà pensando la persona accanto a te? (2008) è il poster emblematico che l’artista propone come incipit della mostra. La riflessione che l’artista mette in atto si concentra sulla necessaria rimessa in discussione del punto di vista soggettivo, a favore di una visione collettiva e comunque più ampia e complessa della realtà.

Dal 7 aprile all’11 giugno 2017. MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma.

→ Leggi Tutto

Vivian Maier a colori


Vivian Maier

Dopo Milano, arriva anche a Roma la mostra Vivian Maier. Una fotografa ritrovata che ricostruisce la sua produzione, rimasta nascosta per più di quarant’anni. La mostra, al museo di Roma in Trastevere fino al 18 giugno, oltre a presentare 120 foto in bianco e nero scattate a New York e Chicago tra gli anni cinquanta e sessanta, propone dei materiali meno conosciuti come le immagini a colori degli anni settanta e i filmati in Super 8.

Come scrive il curatore e scrittore Marvin Heiferman: “Anche se scattate decenni or sono, le fotografie di Vivian Maier hanno molto da dire sul nostro presente. E in maniera profonda e inaspettata. Maier si dedicò alla fotografia anima e corpo, la praticò con disciplina e usò questo linguaggio per dare struttura e senso alla sua vita conservando però gelosamente le immagini che realizzava senza parlarne, condividerle o utilizzarle per comunicare con il prossimo”.

→ Leggi Tutto

Fabio Barile a MATÈRIA


Matèria is pleased to present An Investigation of the laws observable in the composition, dissolution and restoration of land, Fabio Barile’s second exhibition at the gallery.

The body of work draws its research material from James Hutton’s book ‘Theory of the Earth’, and photographic works such as Timothy O’Sullivan’s ‘Geological survey of the 40th parallel’, Bernice Abbott’s ‘Documenting science’ and the Gaetano Ponte Archive. The work is an analysis developed through geological evidence, photographic experimentation and analogue modelling of the intricate and complex elements that characterize the land we live upon. Barile creates a wide array of imagery, that when condensed, unravels a panorama through which we can attempt a detailed “reading” of the landscape and its history. The attempt of reading through images entails the consideration of the complexity generated by the occurrence of natural processes over the course of the 4.5 billion years of history, during which the land, compressed, eroded and melted, generates the perceived and illusory stillness of the landscape we experience.
The project aims to dialogue with the history of our planet, going beyond human existence by paying homage to the brilliance of people, who through science create order out of disorder by making unprecedented connections between disparate elements and therefore opening new perspectives in the field of human knowledge.

16.03.2017 – 11.05.2017

Vernissage: Thursday March 16 – 7pm.

→ Leggi Tutto

CALAMITA/À


14753419_627005207480905_4241194336639560529_o

Alla galleria Matèria di Roma, dal 29 ottobre al 3 dicembre, è in mostra CALAMITA/À, indagine fotografica sul territorio del Vajont. Il progetto CALAMITA/À, a cura di Gianpaolo Arena e Marina Caneve, nasce dall’urgenza di investigare il territorio in cui l’evento catastrofico ha alterato ogni equilibrio, spezzato la corretta e ordinata linea della scansione temporale e frammentato i luoghi, le storie e le vite. È uno strumento d’indagine territoriale che attraverso una ricerca programmata vuole approfondire i mutamenti in corso, generare dibattito, rivelare criticità, attirare interesse e conoscenza attorno a un luogo nodale ancora in via di definizione. Morfologia del territorio, orografia, infrastrutture, architettura, contesto sociale sono solo alcuni degli ambiti di analisi. Arte, sociologia, urbanistica e fotografia concorrono alla definizione dell’identità del territorio con un approccio multidisciplinare aperto. Attraverso una pluralità di visioni CALAMITA/À mira a far sì che il territorio preso in esame diventi un laboratorio e un luogo d’osservazione privilegiato. Fotografie di: Andrea Alessio, Gianpaolo Arena, Sergio Camplone, Marina Caneve, Alfonso Chianese, Céline Clanet, Scott Connarroe, François Deladerriere, Marco Lachi, Michela Palermo, Max Rommel & Marissa Morelli, Gabriele Rossi, Petra Stavast, Jan Stradtman, Maaike Vergouwe Daan Zuijderwijk, Cyrille Weiner & Giaime Meloni
. Fino al 3 dicembre 2016.

→ Leggi Tutto

Fotografia – Festival Internazionale di Roma


Roger Ballen

Roger Ballen

 

Torna al MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma, dal 21 ottobre 2016 la XV edizione di Fotografia – XV Edizione: Roma, il Mondo. L’esposizione, che, come di consueto, ospita fotografi di fama internazionale e offre una ricognizione importante sullo stato della fotografia contemporanea, sarà quest’anno interamente dedicata alla città di Roma con il tema centrale “Roma, il mondo”. Inaugurazione stasera, 20 ottobre 2016 dalle 18 alle 22 (ultimo ingresso alle 21). Fino al 8 gennaio 2017.

→ Leggi Tutto

Castelnuovo Fotografia IV Edizione


© Lisetta Carmi

© Lisetta Carmi

Il festival ha come sfondo il borgo medievale di Castelnuovo di Porto, immerso nel paesaggio di impareggiabile bellezza della campagna romana a pochi chilometri dalla capitale. Castelnuovo Fotografia mantiene la vocazione di festival indipendente e “slow”, puntando sulla qualità dei progetti esposti, dando spazio ai grandi protagonisti della fotografia e sostenendo l’editoria indipendente, i giovani fotografi ed i nuovi linguaggi visuali.

L’edizione di quest’anno ha per titolo MINDSCAPE. Scatti e memoria, e trae ispirazione dall’esplorazione del paesaggio nell’immaginario collettivo. Mostre, proiezioni, incontri, editoria, letture portfolio, performance, workshop in cui critici, curatori ed editori, insieme ad artisti, maestri della fotografia e fotografi emergenti espongono i propri lavori sui temi dell’ esplorazione del paesaggio contemporaneo: paesaggio naturale, urbano e sociale. Dal 1 al 9 ottobre, Castello Rocca Colonna, Castelnuovo di Porto, Roma. Info qui.

→ Leggi Tutto

Extraordinary Visions. L’Italia ci guarda


testata-mostra

In occasione del 70° anniversario della nascita della Repubblica Italiana, il MAXXI presenta Extraordinary Visions, una collettiva con scatti dei maggiori fotografi italiani e internazionali che hanno posato il proprio sguardo sul nostro Paese: un atlante poetico e allo stesso tempo documentario, sociale e istituzionale, dell’Italia degli ultimi decenni che racconta paesaggi sublimi e compromessi dal degrado, città ideali e periferie abusate, architetture d’autore e spazi urbani ai margini. Da domani, 2 giugno, al 23 ottobre 2016.

→ Leggi Tutto