Concrete Flowers di Francesca Manolino


concrete-flowers_francesca-manolino

CONCRETE FLOWERS
di Francesca Manolino

Evento di pre-apertura del 16° River to River Florence Indian Film Festival

Inaugurazione sabato 3 dicembre ore 18
finger food indiano con vino gentilmente offerto da Barone Ricasoli

La mostra sarà visitabile fino al 31 gennaio 2017
dal lunedì al sabato con orario 15/19, o su appuntamento
fsmgallery – via San Zanobi 19r, Firenze
Tel 055 481106 exhibitions@studiomarangoni.it
Ingresso libero
La galleria sarà chiusa per vacanze natalizie dal 22 dicembre al 10 gennaio compresi

Una mostra fotografica che racconta l’India degli ossimori: a Ghazipur, la periferia di Delhi, dove, tra i palazzoni di cemento, trova posto la poesia di un enorme mercato dei fiori, in cui si scoprono uomini burberi, dal sorriso severo, aprirsi a una luce tenera e diversa mentre stringono tra le mani bouquet colorati, e, poco lontano, a Bhuapur Village, donne invisibili che abitano grattaceli e che si spostano in corridoi tutti uguali.

Francesca Manolino, nata a Torino nel 1987, si è diplomata in fotografia presso lo Ied e l’Ecole Nationale Superieure des Arts Décoratifs a Parigi. Lavora attualmente per l’agenzia Luz; le sue opere sono state esposte a Torino, Parigi, Firenze e Bangkok e pubblicate su testate nazionali e internazionali. I suoi lavori sono influenzati anche da una laurea in Antropologia, e gettano uno sguardo critico su problemi sociali e ambientali.

Nelle opere esposte, infatti, uomini con una mano dietro la schiena, in segno di ritrosia, mostrano rossori e sorrisi timidi tra mazzi di fiori, mentre donne vagano per i corridoi, nascondendosi, spesso invisibili a una società poco attenta ai diritti del mondo femminile. Dice la fotografa: “Negli ultimi tre anni ho trascorso un lungo periodo in India, e ho deciso di usare un approccio intimo e metaforico per raccontarla. Mi piace indagare la relazione tra uomo e ambiente, l’architettura per me racconta il paesaggio umano, riflettendo lo spirito della società, in cui io cerco di introdurre un punto di vista positivo, stanca dei media in cui emerge solo il lato negativo”. Continua: “ll Bhuapur Village è un insieme di torri gemelle: una bellezza dissonante avvolge questo labirinto di scale, le ripetizioni di piani in una discontinua e grezza armonia. Le donne che lo abitano vagano per i corridoi tutti uguali come pesci che nuotano in un acquario. Chiudono tende e diventano tende. Si nascondono dietro pilastri e lentamente ne assumono la freddezza. Alcune diventano grigie, si confondono con il paesaggio stesso o ne diventano parte tanto da non poterle quasi più intravedere. Altre cercano la bellezza in un leggero decoro e nel sole che, a volte, coraggioso invade questi spazi. A pochi passi da qui, a Ghazipur Phool Mandi, c’è invece l’enorme mercato dei fiori della capitale, con l’incantesimo in cui, ad ogni angolo, uomini si circondano di un alone di tenerezza non appena stringono tra le loro mani un mazzo di fiori. Ecco, con questa mostra ho voluto raccontare gli ossimori della periferia indiana”.

Il 16° River to River Florence Indian Film Festival, diretto da Selvaggia Velo, si svolgerà dal 3 all’8 dicembre presso il nuovo cinema La Compagnia (via Cavour, 50r) di Firenze. In programma 25 film tra prime nazionali, europee e mondiali, oltre a eventi collaterali, alla presenza di registi e attori, tra cui l’attore di Sandokan, Kabir Bedi, che sarà l’ospite speciale dell’edizione di quest’anno. Si indagherà la società indiana vista dalla strada e tra la gente comune, la condizione delle donne – tra desideri e emancipazione – e i diritti civili nell’India contemporanea. Il festival è Inserito nell’ambito della 50 Giorni di cinema internazionale a Firenze.

→ Leggi Tutto

Open Call – Fotografare la Luce


loghi-luce

Per il Firenze Light festival 2016 la Fondazione Studio Marangoni selezionerà 10 progetti fotografici sul tema “LA LUCE”, per uno straordinario evento nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, trasformata per l’occasione in un percorso artistico totalizzante sotto le sue splendide volte a crociera.

Per partecipare è necessario inviare il proprio progetto, titolo e breve bio entro giovedì 1 dicembre 2016, al contatto email f.light2016@studiomarangoni.it

Il progetto deve essere costituito da 10/20 immagini in formato jpg, con lato maggiore di 2000 px

I lavori selezionati saranno proiettati in questa unica location da venerdì 9 dicembre alle ore 18.00 e rimarranno in mostra fino al 14 dicembre.

La partecipazione all’Open Call è gratuita.

→ Leggi Tutto

Re Located di Jay Wolke


Re-located

di Jay Wolke

27 marzo – 10 maggio 2014
fsmgallery – Via San Zanobi 19r, Firenze

“re-located” è una collezione di opere visive che mette in discussione le caratteristiche della rappresentazione documentaria e il ruolo dell’artista. I vari codici tecnici, ideologici e formali che sono normalmente associati alle riproduzioni meccaniche diventano incerti attraverso l’utilizzo di una nuova tecnologia e un nuovo approccio alla fotografia. L’uso dello scanner ha permesso all’artista di comunicare in modi diversi dalle discipline più tradizionali come la fotografia o la cinematografia, e con queste immagini ha potuto creare un unico tipo di espressione, uno spartito visivo in cui misure e inquadrature sono costruite in un flusso di citazioni narrative. In queste immagini contenuto, processo e forma sono indissolubilmente legati.

© Jay Wolke

© Jay Wolke

 

→ Leggi Tutto

Portfolio Studenti: Marco Castelli e Mattia Micheli


Nel suo lavoro SHOOTrain Marco Castelli ci presenta il paesaggio toscano visto dal finestrino di un treno che percorre la linea Pisa Centrale – Firenze S.M.N  nel crepuscolo, trasformato dalla velocità in scie di colori e forme morbide, quasi indistinte, sovrapposte al mondo dei pendolari all’interno del vagone.

Gli Havanagrams di Mattia Micheli invece sono composti da migliaia di fotogrammi assemblati come un mosaico di un’immaginario personale, ma anche collettivo dell isola di Cuba trasmessaci dal cinema e dalla rete. Usando tecnologie simili a quelle di Joan Fontcuberta ricrea in maniera quasi pittorica scene di streetphotography provenienti da un luogo mai visitato.

Marco Castelli e Mattia Micheli sono studenti del primo anno del Corso Triennale della FSM.

https://marcocastelli.allyou.net/

 

→ Leggi Tutto

I & II anno 2013


Mostra degli studenti del I & II anno

Corso Triennale di Fotografia

21 giugno – 07 settembre 2013
fsmgallery – Via San Zanobi 19r, Firenze

Fotografie di

TR I
Leonardo Bertuccelli, Diego Bocchino, Marco Castelli, Sara Cinelli, Duccio Doretti, Luca Giannone, Gianluca Leonardi, Federica Lombardo, Martina Melchionno, Mattia Micheli, Elisabetta Pallini, Agnese Puma, Camilla Riccò, Fabrizio Saccaro, Irene Santoni, Laura Steirer, Margherita Villani, Pietro Viti

TR II
Lorenzo Bertini, Luca Chiapatti, Deborah Cirillo, Carolina Gheri, Emma Grosbois, Andrea Montagnani, Mattia Neri, Giulia Piermartiri, Paola Ressa, Naima Miriam Savioli, Leonardo Serboli, Francesca Zagni

© Emma Grosbois

© Emma Grosbois

→ Leggi Tutto