Lunch atop a skyscraper


29 Sep 1932 – Construction workers eat their lunches atop a steel beam 800 feet above ground, at the building site of the RCA Building in Rockefeller Center.  ©Bettmann/CORBIS 

 

Un elegante documentario su una delle fotografie industriali più famose al mondo. Molti, attribuiscono l’immagine a Lewis Hine, ma lui non era presente il giorno che è stata scattata, mentre veniva costruito il famoso Rockefeller Center in New York City. Lewis Hine, d’altro canto, aveva documentato la costruzione, qualche anno prima, dell’Empire State Building, da poco terminato il giorno che questa foto fu scattata. Guardate qui per sapere chi ha veramente scattata questa foto.

[da Rozzo Plus] → Leggi Tutto

La battaglia delle immagini


LA BATTAGLIA DELLE IMMAGINI definitivo 03-11-2016.indd

Consigli per gli acquisti. Giorgio Barrera. La battaglia delle immagini. Piccolo manuale di resistenza fotografica.

Nonostante l’attualità illusoria e sincronica che viviamo, la fotografia resiste ancora come una delle possibili forme di traduzione e di presa di coscienza di sé e del reale. Questo libro si concentra sulla fotografia contemporanea analizzandola come documento, come messa in scena e come pratica di massa ed è un invito a conoscere e a prendere coscienza del mezzo fotografico contemporaneo per poter contribuire a creare il mondo attraverso una forma di ecologia dell’immagine.

→ Leggi Tutto

Il rimosso nell’opera di Marzia Migliora


04_serie1_1995_rufina389“La letteratura ha un ruolo importantissimo nel mio lavoro: ogni opera ha dentro e dietro di sé una bibliografia, anche quando non è dichiarata. Quando faccio esplicito riferimento alla lettura avrei piacere che il fruitore, individuando quel riferimento, leggesse il libro da cui è tratto quel pensiero, e poi tornasse a guardare il mio lavoro con occhi diversi. Talvolta nomino le mie opere con titoli di libri o citazioni: In the country of the last things, da un romanzo di Paul Auster; Aqua Micans, da una citazione di Simon Russell, L’ideazione di un sistema resistente è atto creativo, una citazione di Pier Luigi Nervi; Vita Activa, il titolo di un saggio di Annah Harendt; Viaggio intorno alla mia camera, dal libro di Xavier de Maistre; Quelli che trascurano di rileggere si condannano a leggere sempre la stessa storia, una citazione di Roland Barthes…”.

Una interessantissima intervista all’artista Marzia Migliora su Doppiozero a cura di Ilaria Bernardi.

→ Leggi Tutto

Arno Immaginario Collettivo


15055834_654898071345808_292768984125544587_n

Arno immaginario Collettivo si configura come un triplice lavoro fotografico sull’Arno che ha coinvolto fotografi locali, fotografi internazionali e giovani fotografi. Il progetto si sviluppa sul rapporto tra Firenze e il suo elemento naturale più importante, il fiume, e restituisce una ricostruzione collettiva dell’immaginario intorno ad esso, attraverso tre momenti espositivi distinti. La mostra conclusiva vede la partecipazione di tre grandi fotografi internazionali.
Arno Minkkinen, Massimo Vitali e Jay Wolke hanno interpretato la città di Firenze attraverso la sua spina dorsale, l’Arno, e hanno prodotto una serie di lavori inediti.
Focus della ricerca di Arno Minkkinen è il paesaggio antropomorfizzato e il rapporto tra la figura umana e l’elemento dell’acqua. Un sistema combinatorio che tiene insieme a livello visivo le diverse anime del fiume è, invece, al centro della produzione di Jay Wolke.  Massimo Vitali guarda invece alla relazione tra i cittadini e il fiume come momento di aggregazione. I fotografi presenteranno i loro lavori negli spazi di Le Murate. Progetti Arte Contemporanea. Inaugurazione venerdì 18 novembre alle ore 18.30 – Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Piazza delle Murate, Firenze. La mostra rimarrà aperta fino al 16 dicembre 2016.

→ Leggi Tutto

A come Arno


13585206_302088720123564_9099193175443787455_o

È il 4 Novembre 1966: dopo 2 giorni di pioggia il fiume Arno rompe gli argini e inonda Firenze. 250 milioni di metri cubi d’acqua investono una delle città più amate al mondo, e portano via 34 vite umane e un tetto a tredicimila famiglie. Trascinano con sé automobili, merci, strappano animali dalle stalle, manichini dai negozi. E annegano nel fango migliaia di volumi e manoscritti rari nei magazzini della Biblioteca Nazionale Centrale, e moltissime opere conservate nei depositi degli Uffizi.
Da terreno di gioco, frontiera di iniziazioni e prime nuotate per ragazzini con i pantaloni corti, da luogo di lavoro per renaioli, mugnai e conciatori, da via transito e motore di sviluppo, l’Arno si trasforma in un nemico da tenere a bada con argini e paratoie. Da fonte di acqua, energia, cibo e materie prime, il fiume, in quel novembre del ’66, si trasforma nell’amaro simbolo italiano di uno scontro, estremo, tra la rincorsa dell’uomo allo sviluppo e al consumo e i ritmi e i diritti del territorio.
Oggi, a cinquant’anni da una tragedia che ha segnato la storia e l’immaginario italiano, la Toscana celebra la ricorrenza di un evento di cui le nuove generazioni hanno perduto il ricordo. Il fiume, intanto, continua a scorrere segnando il territorio, la cultura, i ritmi e il carattere di una regione.
Dalla volontà di raccontare volti, luoghi, geografie e storie lungo il corso di un fiume simbolo dell’identità italiana, è nato il progetto A come Arno, che abbiamo portato avanti in questi mesi nella forma di una piattaforma multimediale. Oggi, nel giorno dell’anniversario, siamo pronti a intraprendere un altro capitolo di questo viaggio, migrando dal web verso la carta.
A come Arno, il libro, sarà pronto la prossima estate, e rappresenterà per noi l’approdo di un lungo cammino, tra memoria e documentazione, lungo la riva.

A Come Arno
Paolo Cagnacci e Matteo Cesari
Additional images by Beatrice Bruni, Sara Cinelli, Mattia Micheli, Dasha Vigori Oussova, Elisabetta Pallini, Bärbel Reinhard, Camilla Riccò, Federica Rugnone
format 21×28 cm
cardboard cover
128 pages
60 pictures
Curated by Doll’s Eye Reflex Laboratory
Book project Irene Alison
Art direction Alessandra Pasquarelli
Production Antonella Sava
Communication Agnese Capalti
Texts Cecilia Chedaverodavero-Ferrara
To be published in 2017
euro 35,00
Pre-order here www.acomearno.it/it/book/

→ Leggi Tutto

Nonni’s Paradiso a TODO MODO


presentazione-libro-todo-modo

La libreria Todo Modo e la Fondazione Studio Marangoni sono liete di invitarvi alla presentazione del libro Nonni’s Paradiso di Martino Marangoni martedì 18 ottobre ore 18.
Todo Modo, via dei Fossi 15r, Firenze. Intervengono all’incontro: Martino Marangoni, Danilo Montanari e Pancio Pardi.

A metà degli anni ’80, dopo aver vissuto tra New York e Firenze per vent’anni, Martino Marangoni torna nella sua casa di famiglia ed inizia a fotografare dove è cresciuto. Camminando lungo i sentieri, tra ulivi e carciofi, riscopre i luoghi della sua memoria e, attraverso gli anni, documenta la trasformazione del territorio toscano e della società. Nonni’s Paradiso è una passeggiata visiva tra gli ulivi, attraverso i ricordi ed il susseguirsi delle stagioni.

→ Leggi Tutto

Esploratori


14485042_1089005341148389_7300731797518436833_n

ESPLORATORI è una mostra degli artisti Baerbel Reinhard (foto/installazione), Franco Menicagli (scultura/installazione) e Paolo Meoni (video), ospitata nel Corridoio Brunelleschi e nel Chiostro di Levante del complesso di Piazza Brunelleschi. Curata da Sergio Tossi in collaborazione con la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze. L’inaugurazione si terrà venerdì 07 ottobre 2016 alle ore 17:00.

→ Leggi Tutto

CORTONA ON THE MOVE 2016


Larry-Towell_Press_01

Larry Towell

 

E’ al via oggi il festival di fotografia CORTONA ON THE MOVE 2016. Nella sesta edizione il festival internazionale della fotografia Cortona On The Move propone le eccellenze del panorama fotografico mondiale in un contesto bellissimo e accogliente.

Vi aspettano decine di mostre e di eventi, i workshop, le letture portfolio con i maggiori esperti del settore, il Circuito OFF per i talenti emergenti, il premio HAPPINESS ONTHEMOVE e molto altro ancora. Cortona On The Move 2016, un evento all’insegna della fotografia in viaggio che altro non è se non movimento, scoperta e cambiamento interiore. Le mostre potranno essere visitate dal 14 luglio al 2 ottobre 2016. Opening 14-17 luglio, tutte le info degli eventi inaugurali qui.

→ Leggi Tutto