Sensus: Altari Profani – inaugurazione mostra 11 ottobre


Altari Profani a cura di Claudio Cosma da SENSUS – luoghi per l’arte contemporanea

altari profani - sensus

 

 

 

 

 

 

 

“La parola altare evoca una simmetria geometrica e spaziale unita ad un apparato liturgico di gesti e parole immutabili. Tutto questo compone una scenografia di oggetti, di musiche celestiali, di canti di voci bianche, luci oblique provenienti da vetrate colorate, profumi di spezie bruciate e candele tremolanti in profusione. La parola profano è invece irrimediabilmente laica, o lo diventa, dopo aver attraversato un periodo di estraneamento mistico che porta alla rottura dell’equilibrio evanescente mantenuto dalle religioni col terrore dell’esclusione dal regno dei cieli. Da profani ci ritroviamo davanti e comunque fuori dal luogo sacro, ma partecipi di esserlo, quindi non atei, ma dissidenti, “protestanti”. Profano è anche chi è estraneo ad un qualche specifico argomento ma anche chi violi i recinti del sacro distruggendone le icone (iconoclasta) o sottraendole (ladro sacrilego,tombarolo).

Nel titolo della mostra “Altari Profani” vengono riunite queste componenti contrastanti, ma complementari, con l’intento di evidenziarne entrambi i rituali ovvero segnare quanto della nostra vita risenta dell’educazione religiosa e quanto da quella sregolata appresa dalla società dei consumi. Un riferimento sono le nostre case a partire da quel famoso collage di David Hamilton: “Cosa rende le nostre case così particolari, cosi attraenti?” e la contemporaneità stessa che si nutre di elementi materiali che accompagnano e segnano il trascorrere del tempo minimo, con i suoi piccoli rituali, esigendone un inventario di gesti e comportamenti, ma sopratutto di beni di consumo, secondo i propri gusti e possibilità.”
Claudio Cosma

Artisti ospiti:

Emanuela Ascari – Emanuele Baciocchi – Alessandra Baldoni – Michele Chiossi – Isabelle Corniere – Giovanni Gaggia – Hoya Pallida – Francesca Longhini – Antonio Lo Pinto – Manuela Mancioppi – Filippo Manzini – Ilaria Margutti – Virginia Panichi – Tan Ru Yi – Arianna Vanini – Adrianna Wallis

Artisti presenti nella collezione:

Stella Battaglia – Angelo Barone – Antonio Borrani – Fabrizio Corneli – Claudio Cosma- Beppe Chiari – Leonora Bisagno – Mitsunori Kimura – Yuree Kensaku – Naomi Futaki – Thaweesak Lolay Srithongdee – Orawan Noyz Arunrak – Yoshitomo Nara – Nobuyoshi Araki – Aldo Frangioni – Paolo della Bella – Vittorio Messina – Paolo Masi – Paolo Parisi – Andrea Papi – Nari Ward – Yuki Ichihashi – Massimo Vitali – Margherita Cesaretti – Bärbel Reinhard – Marika Marchese – Silvia Noferi – Guido Strazza – Ivana Spinelli – Erique LaCorbeille – Zoé Gruni – Maurizio Pettini – Luciano Bartolini – Adèl Török – Chiara Camoni – Christiane Löhr – Andrea Filippi e Cataldo Valente – Andrea Cioschi (Azt) – Massimo Bartolini – Tracey Emin – Maria Cristina Carpi – Carlo Guaita – Lino Centi – Alice Olimpia Attanasio – Sethapong Povatong – Eleonora Siffredi – Tada Hengsapkul – Roberto Logi – Selene Lazzarini – Rossella Cazzin – Peter Bauhuis – Vairo Mongatti – Anne e Patrick Poirier – Willi Wainer – Antje Strater – Srisakul Amnuaiporn – Sergei Volkov – Lorenzo Pezzatini – Virginia Zanetti – Massimo Nannucci – Maurizio Nannucci

Sensus luoghi per l’Arte Contemporanea
Viale Gramsci, 42 – Firenze

la mostra sarà aperta dal 11 ottobre al 30 novembre 2013

orario di apertura: il venerdì e il sabato dalle 18 alle 20