Mostra di fine anno 2017 LAO Le Arti Orafe Jewellery School 


Teresa Bucca e Zhiming Fang

Inaugurazione della mostra di fine anno 2017
LAO Le Arti Orafe Jewellery School  
In collaborazione con Fondazione Studio Marangoni 

Giovedì 29 giugno
ore 19 mostra presso Istituto dei Bardi
ore 20.30 sfilata di moda nei presso i locali della LAO

Alle ore 19 di giovedì 29 giugno saranno inaugurate l’esposizione dei gioielli creati dagli studenti della LAO e la mostra fotografica dei lavori degli studenti del Secondo Anno Corso Triennale di Fotografia della Fondazione Studio Marangoni. L’appuntamento è all’Istituto dei Bardi, via Michelozzi 2, Firenze.

A seguire, alle ore 20.30, l’evento si sposterà presso i locali della LAO (via dei Serragli 104, Firenze) dove si terranno cocktail e sfilata di moda realizzata grazie al contributo di Atelier Giuliacarla CecchiDivi e Divine parrucchieri e la designer Pola Cecchi.

La mostra fotografica sarà visitabile presso l’Istituto dei Bardi venerdì 30 giugno con orario 15-19 e sabato 1 luglio con orario 11-18.

Studenti della LAO Le Arti Orafe Jewellery School  
José Francisco Lizier Winder, Gabriella Ruggiero, Maria Domenica Pittorru, Sara Gallini, Elisa Barzaghi, Xinyu Bai, Michael Wanker, Jully Katherine, Vargas Torres, Yansui Tang, Wensi Huang, Yuhua Shen, Hongyi Yuan, Zhiming Fang.

Studenti della Fondazione Studio Marangoni 
Maria Rozalia Bellin, Lorenzo Bruchi, Teresa Bucca, Giulia Del Sorbo, Riccardo Di Giovanni, Elena Fabris, Giuseppe Guariglia, Sofia Leone, Matteo Lodolo, Linda Ughi.

→ Leggi Tutto

Italian Industry


Negli anni ’80 e ’90 del secolo scorso, l’industria italiana ha rivelato enorme energia creativa che ha portato i brand italiani ai quattro angoli del mondo, con successi ammirevoli e riconoscimenti internazionali.
La comunicazione visiva ha giocato un ruolo fondamentale in quel successo, traducendo creatività, capacità tecnologica e visione imprenditoriale in immagini eloquenti per le istituzioni e i consumatori mondiali.
Io, personalmente, ho avuto l’onore di essere uno dei protagonisti tra i fotografi industriali dell’epoca.
Ed è quindi con orgoglio che vorrei farvi conoscere una parte di quel patrimonio culturale che ho contribuito a creare con il mio lavoro.
In questo modo, da un lato spero di comunicarvi un’emozione attraverso le fotografie e dall’altro di raccontarvi le piccole grandi “avventure” che hanno contribuito alla loro preparazione e realizzazione.
Di tanto in tanto, quindi, pubblicherò come Rozzo Plus una nuova Newsletter chiamata Rozzo Historical Plus, ovvero Rh+, proprio come il gruppo sanguigno, per presentare positivamente la ricchissima linfa vitale della storia industriale italiana.

Edward Rozzo

[Qui puoi trovare gli altri articoli di Edward Rozzo]

 

→ Leggi Tutto

PhotoBoox Award 2017


In occasione del Photolux Festival 2017, Photolux, EyesOpen! e ceiba editions promuovono un concorso internazionale dedicato al libro fotografico. Il concorso si propone di individuare i migliori progetti editoriali inediti e dar loro visibilità e un’opportunità di realizzazione. Il progetto verrà prodotto e pubblicato dalla casa editrice ceiba editions, con il contributo di Photolux Festival e il sostegno di EyesOpen! e sarà presentato in occasione del main weekend del Festival, il 25 e 26 novembre 2017.

Tutte le info qui!

→ Leggi Tutto

Art You Mine


 

Art You Mine
Opening event June 22 h. 6PM at IED Florence
via Bufalini 6r, Florence 

 

The exhibition Art You Mine in collaboration with Palazzo Strozzi’s educational department will be held as the final project from IED Firenze students of the Arts Management Master Program showcasing artists from four Florentine art schools.

The multidisciplinary exhibition will include photography, painting, video, installation and performance artworks produced by students from Accademia di Belle Arti, California State University, Fondazione Studio Marangoni and LABA under the topic of “Appropriation”, which serves as inspiration for the creation of new concepts.

Bill Viola’s Digital Renaissance show in Palazzo Strozzi stands as this project’s departure point. Starting from this common ground the young artists create their works appropriating pre-existing ideas or ready-made works following a subjective and original approach.

Appropriation is an open field that crosses our path from ordinary life to the construction of art images. It is a conceptual platform that operates both in the development and the perception of visual culture. From an historical point of view as well as a contemporary accumulative strategy of our digital era we continuously re-signify signs, objects, words, images already given. By doing so, while appropriating, we narrate new stories. For the exhibition Art You Mine all the different voices of appropriation will be present.

Born digital natives, these young artists and curators grew up surrounded by an abundance of images, videos and other pop culture elements. This overload prompts us to constantly ‘copy-paste’, ‘drag-drop’, ‘mash-up’ and ‘remix’. In this sense, appropriation is part of everyone’s daily routine, and the exhibition will showcase the outcome of such artistic activities.

Using various techniques such as silkscreen, collage and etching, some artists re-interpreted Renaissance masterpieces, some zoomed into details and re-assembled them into something new, others re-staged scenes from famous paintings in fragments as archaeological findings all with the purpose of presenting their own interpretation of appropriation. With this exhibition young talents will be given the possibility of exploring an omnipresent topic in the history of arts by the development of their personal ideas.

Featured Artists

Accademia di Belle Arti: Francesco De Tommasso & Eirini Thanou, Martino Neri, Marta Mazzanti, Gabriella Maria Coppetti, Giuditta Amendola, Simone Palmaccio, Leonardo Moretti, Miriam Poggiali, Laura Bertini, Antonio Vivona.

California State University: Emma Akmakdjian, Cassidy Austin, Sarah Vianna, Caroline Contreras, Jabal Miki.

Fondazione Studio Marangoni: Chiara Pezzano, Emilia Pizzonia, Francesco Taddei, Michela Goretti, Niccolo Bacchetti Astore, Lev Fazio, Matteo Morsellino, Nicolò Panzeri & Joshua Kercher Jara.

LABA: Marlies Baumgartner, Eleonora Buti, Jacopo Francesconi, Francesca Bernardi, Francesca Bartoletti, Elifcan Kaner, Eleonora Pellegrini, Stefania Balocco, Veronica Greco, Gianmarco Tielli, Marilena Savino, Sara Morelli, Maria Alejandra Chaves.

→ Leggi Tutto

My Dakota di Rebecca Norris Webb


Il Condominio Fotografico ha il piacere di ospitare a Modica, dal 24 giugno al 16 luglio 2017, la mostra ‘My Dakota’ di Rebecca Norris Webb, terza tappa europea dopo Roma e Milano, a cura di RVM Hub. Opening: sabato 24 giugno, ore 19 – Palazzo De Leva, Modica.
Da tempo residente a New York, Rebecca Norris Webb è cresciuta nel South Dakota, i cui paesaggi continuano a perseguitare la sua anima. Nel 2005 si è prefissata di fotografare il suo Stato natale. «L’anno successivo mio fratello Dave è improvvisamente morto d’infarto», scrive. «Per mesi, una delle poche cose in grado di dare sollievo al mio cuore sconvolto è stato il paesaggio del South Dakota. Come se tutto ciò che potessi fare fosse guidare per i calanchi e le praterie, e fotografarli. Ho cominciato a chiedermi: “La perdita ha una sua propria geografia?”». Norris Webb, che è anche poetessa, ha scritto – e scritto a mano – il suo poema, qui intrecciato con le fotografie. Inizialmente, con My Dakota intendeva produrre una visione intima e personale dell’Ovest americano, per controbilanciare e completare l’immagine dei maestosi paesaggi e le avventure dei trivellatori petroliferi raffigurati da fotografi e pittori precedenti. My Dakota affronta il tema dell’impatto umano sulla terra, il modo in cui ha influenzato le vite degli uomini; registra l’economia e il paesaggio mutevole dello Stato. Questa serie è un elogio funebre per le fattorie di famiglia che stanno scomparendo e per le piccole città che sostentavano; è un’elegia per il fratello della Norris Webb, un suo modo di affrontare il dolore, “per assorbirlo, astrarlo e infine, lasciarlo andare”.

→ Leggi Tutto

Mostra degli Studenti FSM del I & II Anno


Mostra degli studenti del I & II anno Corso Triennale di Fotografia 2017. Inaugurazione venerdì 23 giugno ore 18.30, fsmgallery – via San Zanobi 19r, Firenze.

Esporranno:

TR I
Giada Castigli, Monica Di Chio, Natania Frydman, Alessia Lenoci, Riccardo Mangapatty, Maria Alessia Manti, Alisa Martynova, Stefania Mattioli, Mattia Giovanni Mazzocolin, Olivia Micillo, Irene Nasoni, Lorenzo Ricci, Eugenia Rinaldi, Nico Rossi, Bianca Luna Villalba.

TR II
Maria Rozalia Bellin, Lorenzo Bruchi, Teresa Bucca, Giulia Del Sorbo, Riccardo Di Giovanni, Elena Fabris, Giuseppe Guariglia, Sofia Leone, Matteo Lodolo, Elisa Perretti, Linda Ughi.

→ Leggi Tutto

Fotoromanzo Italiano


Martedi 27 Giugno, dalle ore 19, Giorgio Barrera e Andrea Botto ci spiegheranno il loro progetto Fotoromanzo Italiano, tra kitsch e politica, presso lo spazio FOTO GANG, Milano.
Fotoromanzo Italiano è un collettivo artistico, fondato nel 2011 da Giorgio Barrera, Andrea Botto e Marco Citron, che lavora sull’immagine e sul costume dell’Italia oggi, attraverso una nuova forma di racconto che attinge all’immaginario collettivo, attivandolo e dotandolo di nuovi significati.
Dopo l’esperienza di “Innamorati a Milano” rivista politicamente rosa autoprodotta e realizzata attraverso i contenuti dell’omonima pagina facebook, nel 2016 vince una residenza d’artista a Le Murate Pac di Firenze e realizza “Quei giorni del diluvio” un fotoromanzo che rianima intrecci amorosi sulle sponde dell’Arno per parlare dell’alluvione di Firenze di recente pubblicato da Skinnerboox. Nel 2017 realizza per la prima Photoweek milanese un fotoromanzo a carattere sociale dal titolo Milano Ti Guardo, con la sceneggiatura di Magdalena Barile e la produzione di ArtsFor. Il fotoromanzo, stampato in ventimila copie e parte integrante del programma della rassegna, indaga le problematiche di lavoro dei giovani milanesi attraverso gli occhi di una aspirante fotografa.

→ Leggi Tutto